La terra dei figli: con Maria Roveran al Taormina Film Fest

0
361
La terra dei figli

L’attrice e cantautrice Maria Roveran il 28 giugno sarà al 67° Taormina Film Fest come protagonista femminile dell’atteso film di Claudio Cupellini La Terra dei Figli, liberamente tratto dall’omonima graphic novel di Gipi, che uscirà in sala il 1° luglio distribuito da 01 Distribution.

Che ruolo svolge nel film Maria Roveran?

Nel film la Roveran interpreta il ruolo di Maria, una giovane donna sopravvissuta alla fine della civiltà così come la conoscevamo. All’interno di questo scenario apocalittico incontra il protagonista della storia di Cupellini, interpretato da Leon de La Vallée (rapper conosciuto nella scena musicale come Leon Faun) da cui verrà salvata e con cui intraprenderà un lungo viaggio… Maria Roveran, inoltre, nel film è anche cantautrice e produttrice assieme a Joe Schievano e Matthew S. del brano di repertorio Terra che trema, che sarà pubblicato prossimamente.

La terra dei figli: Il brano

Il pezzo, nato da una filastrocca cantata dall’artista durante una scena del film, è un brano totemico e vuole essere un vero e proprio canto della Terra, un inno alla dualità della Vita e ai suoi chiaro-scuri. Tematiche particolarmente care all’artista che ritroviamo anche nel suo ultimo progetto musicale Epitome.

La terra dei figli: Maria Roveran

“Quello che interpreto è un personaggio che rivela purezza e fragilità, quella fragilità che, delle volte, ho l’impressione si debba far attenzione a mostrare. La vedremo compiere il suo cammino personale tra incontri e scontri che, nel bene e nel male, la porteranno a scoprire se stessa e ciò che la circonda”.

Inoltre

“Interpretare questo ruolo è stato davvero molto significativo per me, mi ha toccato profondamente, sin dai primi provini. In questo personaggio ho scorto il mio essere inerme e al contempo piena di forza. Soprattutto, ho scoperto che dietro la più profonda fragilità si può celare una forza enorme. Spero davvero che questo personaggio riesca a toccare il cuore del pubblico così come ha toccato il mio”.

Commenti