La storia delle scommesse dall’antichità fino al casino di Venezia e Las Vegas, dal Totocalcio al gioco online

0
335


Se oggi con i casino online e i siti di scommesse sportive è possibile giocare con un clic, in passato era tutta un’altra storia, fatta di illegalità in alcuni periodi, viaggi, prime esperienze e ritrovamenti archeologici ancora da decifrare completamente.

Dadi egiziani e tessere cinesi

Per ricostruire la storia delle scommesse sin dal principio bisogna tornare indietro nel tempo fino a 4000 anni fa. Gli archeologi hanno ritrovato delle tessere cinesi che corrispondevano con tutta sicurezza alle carte da gioco o alle fiches, mentre in Egitto sono stati ritrovati dei dadi da gioco che non lasciano spazio a interpretazioni ma soltanto a dati di fatto. Questi “dadi di fatto” risalgono al 1500 a.C.

I greci e i romani


I dubbi vengono definitivamente sciolti per quanto riguarda la Città di Olimpia in Grecia, dove dal 776 a.C. si tennero ogni 4 anni le Olimpiadi. Parallelamente alla nascita degli sport, la popolazione inizia a scommettere sugli esiti delle gare e sugli atleti, la scommessa diventa sempre più un’abitudine popolare. Per quanto riguarda il popolo romano, ancora oggi sono visibili le costruzioni dove si tenevano le gare e i combattimenti fra gladiatori: Il Circo Massimo, il Colosseo e altre strutture ancora presenti su tutto il territorio italiano, confermano che abbiamo la scommessa nel sangue da oltre 2000 anni.

Il casino di Venezia


Non solo i romani andavano pazzi per le scommesse, ma nel medioevo era molto in voga scommettere sul Calcio Fiorentino che univa il gioco con la palla alla violenza dei combattimenti tra guerrieri. In generale il medioevo rappresenta un periodo buio nella storia delle scommesse, che furono dichiarate illegali e relegate nei bassifondi. Nel 1638 i veneziani hanno un’intuizione che rivoluzionerà il gioco, infatti nella Serenissima apre il primo casino al mondo. Venezia non solo battezza sale da gioco con il termine “casino” ma le rende un luogo frequentato da nobili, ricchi e potenti, infatti, anche l’abbigliamento era elegante e doveva corrispondere a uno specifico dress code, quale mantello e tricorno.

Febbre da casino in tutto il mondo: dall’Europa a Las Vegas


Il Casino di Baden in Germania e il Casino di Montecarlo, aprono nella metà del XIX secolo, nel 1905 apre il Casino di Sanremo in Italia. Per Las Vegas bisogna attendere il 1946, quando apre il Flamingo Hotel, prima di allora, la città era una semplice zona di passaggio per chi viaggiava da una costa all’altra degli Stati Uniti o per chi rotolava verso sud in Messico. Gli anni sessanta e settanta sono per Las Vegas un trampolino di lancio, è in questi anni che diventa la capitale mondiale del gioco d’azzardo.

Dal Totocalcio al gioco online



Sempre nel 1946, in Italia nasce il Totocalcio, un sistema a premi dove è possibile scommettere gli esisti delle squadre di calcio, per poter scommettere una singola partita o match sportivo, bisognerà attendere il 1998, in occasione dei Mondiali di Francia. Negli ultimi 20 anni, i casino e le scommesse sono sbarcati sul web, attraverso numerose piattaforme è possibile scommettere con un semplice clic, una possibilità inimmaginabile fino a un secolo fa.

Commenti