Kate Hudson risponde alle critiche di discriminazione a Music

0
195
Kate Hudson
Kate Hudson, Music (2021)

Kate Hudson venerdì è stata ospite da Jimmy Kimmel Live! dove ha discusso le critiche del suo ultimo film, Music. In questo momento, come vi abbiamo già informato tramite un nostro articolo, il film e Sia non stanno passando un bel momento. Rappresentanti della comunità autistica, si chiede dicancellare le due nomination ottenute dal film ai Golden Globes 2021. Il dramma scritto e diretto dalla cantautrice Sia è stato criticato per il suo casting e il suo ritratto dell’autismo.

Cosa ha detto Kate Hudson?

Hudson, che è stata nominata per un Golden Globe per la sua interpretazione di Kazu “Zu” Gamble, ha detto di ritenere che il contraccolpo fosse un “dialogo importante”, ma ha notato che il messaggio voluto del film è stato espresso. “Penso che quando le persone vedranno il film, vedranno la quantità di amore e sensibilità che è stata messa in esso”, ha detto Huson a Kimmel.

E ancora

Dicendo a Kimmel di aver accolto favorevolmente la conversazione più ampia, Hudson ha notato che si sentiva “malissimo” che alcune persone si sentissero escluse dal casting e dal ritratto del personaggio di Ziegler. “Lo spettro è così ampio e dovrebbe essere affrontato con molta più conversazione e comprensione di come possiamo essere più rappresentativi, quali sono i modi migliori per farlo”, ha detto l’attrice a Kimmel. “Vogliamo raccontare le migliori storie che possiamo. Non c’è nessuno che voglia turbare qualcuno. Quando le persone si arrabbiano per qualcosa, è nostro compito ascoltare e incoraggiare più conversazioni con altre persone che vogliono raccontare queste storie”.

La petizione

Rappresentanti della comunità autistica, hanno chiesto di cancellare le due nomination ottenute dal film ai Golden Globes 2021. Le motivazioni sono tante e sostenute con convinzione. Per cominciare, si critica appunto la rappresentazione di una persona autistica da parte di un’attrice che non lo è. La petizione si concentra sul fatto che il film sia “gravemente discriminatorio” e “contribuisce ad aumentare stereotipi dannosi sulle persone autistiche”. Le firme sono già a quota 98mila, a testimonianza di quanto il pubblico non abbia apprezzato gli sforzi di Sia.

Commenti