Justice League Snyder Cut: Zack Snyder senza compenso

0
329
Snyder Cut
Justice League Snyder Cut

E incredibile, ma, nonostante sia elencato come il suo regista, Zack Snyder non ha mai visto “Justice League”, o almeno non la versione dell’epopea dei supereroi che ha debuttato nei cinema nel 2017 con recensioni eclatanti e deludenti botteghini.

Cosa è successo?

Snyder, è sostituito dal regista di “Avengers” Joss Whedon durante la tortuosa produzione del film – ha avuto una visione più oscura, più lunga e meno scherzosa del film . È quello che sarà finalmente in grado di realizzare con l’uscita del 18 marzo di “Zack Snyder’s Justice League” su HBO Max. Della versione di Justice League uscita in sala nel 2017, soltanto il 25% è girato da Zack Snyder e comunque assemblato in post-produzione certamente non con la sua visione.

La richiesta

Dopo che la reinterpretazione di Whedon è stata proiettata nel lotto della Warner Bros., il produttore esecutivo Christopher Nolan e Deborah Snyder, moglie del regista e partner di produzione, hanno trasmesso un messaggio schietto a Snyder. “Sono venuti e hanno appena detto, ‘Non puoi mai vedere quel film'”, ha detto Snyder a Vanity Fair nel lungo sguardo della rivista alla lunga, a volte improbabile strada che “Zack Snyder’s Justice League” ha percorso per arrivare sullo schermo.

I costi

Quello che era iniziato come un meme di Internet si è trasformato in una costosa scommessa che Snyder sarà in grado di salvare un adattamento di fumetti molto diffamato espandendone la durata a quattro ore e inserendo nuove trame e più personaggi. Snyder stima a Vanity Fair che le riprese ei costi di post-produzione abbiano comportato un prezzo di 70 milioni di dollari. La lunghezza era stata un problema persistente anche prima che Snyder uscisse dal progetto: il regista aveva il compito di creare la risposta della DC ai film Marvels “Avengers”, unendo personaggi del calibro di Superman, Batman, The Flash, Aquaman, Wonder Woman e Cyborg in una super squadra.

Nessun compenso

Intervistato da Vanity Fair, il regista ha spiegato che la decisione di non percepire alcuna retribuzione per i lavori sulla Snyder Cut è stata presa esclusivamente da lui. “Non mi hanno pagato”, ha spiegato. “Non volevo essere in debito con nessuno. Questo mi ha permesso di mantenere i miei poteri negoziali con queste persone piuttosto forti”. In poche parole, rinunciando ad uno compenso, Snyder ha potuto mantenere il pieno controllo creativo sulla sua creatura.


Justice League Snyder Cut: ecco la data di uscita


Commenti