Judas And The Black Messiah: la genesi

0
157
JUDAS AND THE BLACK MESSIAH
JUDAS AND THE BLACK MESSIAH

Shaka King sapeva che Hollywood non avrebbe mai dato il via libera a un film biografico diretto su Fred Hampton, il leader delle Pantere Nere dell’Illinois degli anni ’60 la cui vita fu interrotta all’età di 21 anni in un raid della polizia e dell’FBI. Invece lo scrittore / regista di Judas And The Black Messiah, che si guadagnava da vivere come regista televisivo sin dalla sua commedia del Sundance 2013 Newlyweeds ma non aveva ancora realizzato un secondo lungometraggio, ha adottato un approccio diverso.

Cosa ha detto Shaka King su Judas And The Black Messiah?

“Se fossimo andati negli studi e avessimo detto, ‘Ehi, vogliamo fare un film su Fred Hampton,’ non avrebbero detto, ‘Oh, siamo molto entusiasti di sentirlo perché stavamo aspettando qualcuno per farlo per tutta la vita”, dice un King impassibile. “Sarebbero come, ‘Chi è Fred Hampton?’ E così, invece, quando dici che vuoi fare un film sotto copertura ambientato nel mondo delle Pantere Nere, loro conoscono le Pantere Nere e conoscono bene i film sotto copertura e il successo di loro e potrebbero vedere quel film come un buon affare”.

I collaboratori

I principali tra i suoi collaboratori sono stati il ​​produttore / finanziatore di Judas Charles King of Macro e il produttore Ryan Coogler, che ha diretto il successo globale dei Marvel Studios Black Panther. “Questo film non può essere girato senza Ryan e Charles”, afferma King in una telefonata a Zoom in tarda notte a marzo. “Se dovessi disegnare un diagramma di Venn o un albero genealogico dei registi neri che iniziano a portare il loro lavoro là fuori, troverai connettività con altri registi e produttori neri. Questo è stato dietro questa rinascita, se vuoi, del cinema nero”.

L’incontro

Nel 2016, molto prima che Judas guadagnasse sei nomination all’Oscar (miglior film, sceneggiatura originale, cinematografia, canzone originale e Daniel Kaluuya e LaKeith Stanfield per i ruoli secondari) e diventasse il primo candidato al miglior film ad avere una squadra di produttori completamente neri, c’era il campo. Shaka King, un dichiarato fan del cinema poliziesco degli anni ’70, era stato avvicinato dai comici Keith e Kenny Lucas. Avevano una sceneggiatura su Hampton e William O’Neal, un piccolo criminale che ha concluso un accordo con l’FBI e si è infiltrato nel capitolo dell’Illinois delle Pantere Nere.

I fratelli Lucas

I fratelli Lucas avevano sbattuto contro un muro facendo girare il loro film negli studi e avevano lanciato la loro idea come The Departed ambientato nel mondo di COINTELPRO, l’iniziativa dell’FBI che, come afferma lo scrittore / regista, era “progettata per schiacciare le voci di dissenso all’interno del NOI”. Shaka King ha adorato il tono e ha ampliato la storia dopo aver incontrato lo scrittore di commedie Will Berson nel 2017, che aveva scritto un film biografico di Hampton. (Judas And The Black Messiah)


Oscar 2021, nomination: le conferme e le sorprese


Commenti