Il regista di Warcraft pensa alla Tv

Duncan Jones ha annunciato su Twitter che presto arriverà in televisione con un progetto del tutto nuovo. Al momento però mancano anticipazioni ufficiali sul nuovo lavoro del regista inglese.

0
564
regista di Warcraft jones
Duncan Jones, primo progetto per la Tv per il regista di Warcraft.

Duncan Jones sta pensando di passare dal cinema alla televisione (almeno temporaneamente). Il regista di Warcraft, ma anche di Moon e Source Code, è al lavoro per un progetto del tutto nuovo destinato al piccolo schermo. L’annuncio è arrivato direttamente dal 49enne inglese che, in un post pubblicato su Twitter, ha comunicato che mancano ormai poche ore al suo primo lancio televisivo.

Il figlio del compianto David Bowie non ha esitato nel definirsi “eccitato” da questa nuova esperienza professionale. Oltre a questo, il regista di Warcraft non ha voluto rivelare altro sulla nuova idea che lo vedrà protagonista del mondo della televisione. Dunque, per adesso non si sa qual è la produzione alla quale sta collaborando il regista britannico, e nemmeno su quali emittenti o piattaforme di streaming andrà in onda.

Esperto di fantascienza, lo sceneggiatore britannico e regista di Warcraft potrebbe portare il suo talento in questo genere sul piccolo schermo con qualche nuova e interessante serie televisiva. Queste però per adesso sono soltanto ipotesi perché mancano ancora anticipazioni attendibili sull’esordio televisivo di Duncan Jones.

Duncan Jones è stato il regista di Warcraft e Mute

Duncan Jones ha fatto il suo esordio dietro la macchina da presa nel 2002 con il cortometraggio Whistle. Il primo film vero e proprio è arrivato nel 2009 con Moon, seguito da Source Code (2011), Warcraft (2016) e dall’ultimo suo lavoro in ordine di tempo, Mute (2018). Prossimamente invece il regista di Warcraft sarà chiamato a dirigere Rogue Trooper, videogame lanciato nel 2006 e riproposto nel 2017 da PlayStation in versione Redux.

Nelle vesti di regista di Warcraft, Jones ha scritto e diretto la pellicola tratta dalle avventure della saga di videogiochi targata Blizzard. Nonostante le grandi aspettative, la pellicola del 2016 è stata accolta con freddezza dalla critica e non ha entusiasmato il pubblico statunitense.

Invece è stato diverso l’impatto sul botteghino globale, con il film che è riuscito ad incassare 439 milioni di dollari, affermandosi così come il lungometraggio che ha guadagnato più di tutti nella storia. Il regista di Warcraft in più di un’occasione ha rivelato di aver già pronta la sceneggiatura del secondo capitolo, ma in realtà sembra piuttosto difficile che possa davvero realizzarsi.

Donnie Darko avrà un sequel? Le parole del regista

Mute del 2018 è stato invece una sorta di prosieguo “spirituale” di Moon. Il cast comprendeva, tra gli altri, Alexander Skarsgård (nei panni del protagonista Leo Beiler), Paul Rudd (Cactus Bill) e Justin Theroux (Duck Teddington). La critica si è divisa su questo film, tra coloro che l’hanno sonoramente bocciato e altri esperti che, invece, hanno apprezzato questa pellicola del regista di Warcraft.

Commenti