Jojo: la vita e la carriera dell’ex bambina prodigio nel suo documentario

Classe 1990, Jojo fa parte dell'industria musicale da circa 16 anni. Nel suo documentario la star ci racconta i pro e i contro di una carriera davvero unica

0
405
Mandatory Credit: Photo by Adela Loconte/Shutterstock (10482496g) Jojo Levesque Out Magazine's Out100 event presented by Lexus, New York, USA - 21 Nov 2019

Jojo è stata uno dei fenomeni musicali più travolgenti degli anni 2000: venuta fuori da una competizione televisiva non andata nemmeno troppo bene, l’artista si è ritrovata a soli 13 anni ai vertici delle classifiche di tutto il mondo con la hit “Leave (Get Out)”. Un periodo di grande fortuna e visibilità le ha permesso poi di ottenere altri singoli di successo, di vendere 7 milioni di album e portare avanti tour, ma purtroppo la casa discografica da cui era gestita ai tempi andò presto verso la bancarotta, trascinando anche lei in un vortice in cui prima le impedirono di pubblicare un terzo album per mancanza di fondi e poi la tennero in stallo per anni, finché un cavillo legare non la liberò finalmente dal loro controllo. Oggi l’artista, che nel frattempo è riuscita a pubblicare il suo terzo album ed ha anche vinto un Grammy, può finalmente raccontare la sua storia.

Il documentario di cui la talentuosa Jojo si è resa protagonista si intitola, del resto, in un modo emblematico: “No Longer Silenced, JoJo And Her Powerhouse Voice Are Back”. L’opera dura appena 26 minuti ed è disponibile su YouTube, due fattori che la rendono accessibile a tutti con il minimo sforzo: in questo tempo conciso si percepisce certamente un montaggio abbastanza frammentario, alcuni pezzi della sua vicenda mancano, ma il grosso può essere facilmente compreso dalle sue parole. La popstar ci parla quindi di un’infanzia vissuta in condizioni molto umili, in cui non poteva avere nemmeno una camera tutta sua ma che non ha impedito di credere in se stessa e cantare per qualsiasi spettatore, finché sua madre non ha sacrificato tutto pur di portarla a Los Angeles e rendere il suo sogno realtà.

Di lì, è stato tutto un turbine: le radio che hanno accettato di trasmettere un brano forte come “Leave (Get Out)” senza sapere che lei avesse solo 13 anni, il successo del primo e del secondo album, le difficoltà della casa discografica sull’orlo del fallimento che si sono riflesse su di lei ed hanno trovato nella sua forma fisica (che, per la cronaca, è stata sempre smagliante) un caprio espiatorio, la necessità di separare la vita privata da quella professionale e di far sì che sua madre non fosse più la sua manager.

Jojo: la rinascita dopo aver sfiorato l’oblio

Successivamente, è venuto fuori il peggio: una casa discografica fallita che non le lasciava più nemmeno pubblicare nuova musica perché ne deteneva i diritti, il baratro degli stupefacenti da cui si è salvata soltanto grazie all’esempio di suo padre (probabilmente morto proprio a causa della droga, anche se la star non lo rivela). Da qui, però, anche il coraggio di rialzarsi, di pubblicare musica senza guadagnarci e di andare in tour grazie ad un cavillo contrattuale che non dava alla casa discografica il pieno controllo dei suoi spettacoli live. Infine, un’idea: una causa con cui l’artista sfruttò una legge californiana sui contratti a cui un minorenne può sottostare che la liberò definitivamente dal controllo della sua vecchia label e le diede la possibilità di andare avanti, verso nuova musica e nuove versioni della vecchia da cui poter finalmente guadagnare.

Jojo ci racconta tutto questo con emozione e personalità, ci parla degli alti e dei bassi della sua vita con naturalezza e lascia che i suoi più fidi collaboratori dicano la propria su tutte le fasi che ha dovuto attraversare per diventare la donna e l’artista che è oggi. Il documentario è realizzato con chiarezza, permette di vedere quasi con i propri occhi i pro ed i contro del diventare famosi già da ragazzini e cosa si prova nel vedersi un “has been” a soli 20 anni, un’età in cui la maggior parte delle persone è in procinto di lanciare una carriera mentre lei rischiava di ricadere nell’anonimato dopo essere stata famosa a livello mondiale. Questo e tanto altro di seguito, con un piccolo promemoria: Jojo sta per tornare col nuovo singolo “The Man”.

CLICCA QUI PER GLI ULTIMI AGGIORNAMENTI SULLA CARRIERA DI JOJO

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here