Jennifer Lopez: 20 anni di una sfavillante carriera musicale

Nel mese di giugno 1999, Jennifer Lopez dimostrava che nulla impedisce ad un'attrice di diventare anche una cantante di successo. Ripercorriamo ora tutti i passi della sua sfavillante carriera musicale.

0
2453

Di persone talmente poliedriche da poter portare avanti con successo più carriere in parallelo non ce ne sono poi tantissime nel mondo dello spettacolo, ma quello di Jennifer Lopez è sicuramente uno dei primi esempi che vengono in mente in questo senso. La 49enne più sexy del pianeta vanta una carriera quasi trentennale nello showbusiness, iniziata nel 1990 nel segno della recitazione, ma come tutti sappiamo continuata anche nel segno di altre avventure. Quello che forse buona parte del pubblico generico (italiano) non sa è che è proprio grazie ad un film che JLO iniziò ad intuire che le sue potenzialità nel mondo dello spettacolo non si limitavano soltanto alla recitazione: si tratta di “Selena”, biopic musicale dedicato alla cantante latina Selena Quintanilla Perez.

Dopo aver interpretato i panni di una delle cantanti ispaniche più iconiche di sempre, JLO iniziò a percepire sensazioni mai provate prima, che le fecero capire come il suo posto nel mondo dello spettacolo non fosse soltanto quello di attrice. L’artista del resto era già anche una ballerina, aveva studiato danza per molto tempo e le sue ottime capacità in questo ambito avevano sicuramente giocato un ruolo rilevante nel farle ottenere il ruolo di Selena, e così decise di compiere uno sforzo in più per lanciare la sua carriera anche nell’ambito musicale. Il suo manager dell’epoca non condivideva questa sua idea, pensando forse che ciò che è nato tondo non può morir quadrato, e così Jennifer fu costretta a cambiare management: mai rischio si rivelò più fruttuoso.

SX: la vera Selena Quintanilla
DX: Jennifer Lopez nei panni di Selena

Figlia di genitori portoricani ma cresciuta in USA, per il debutto di Jennifer Lopez l’accento viene puntato sull’R&B, la musica più tipicamente americana,ma senza dimenticare assolutamente di puntare i riflettori anche sulle sue origini latine. Fu così che nel maggio 1999 venne pubblicato “If You Had My Love”, singolo di debutto di Jennifer: un brano deliziosamente R&B, con un video fortissimo che evidenziava un’esperienza già molto lunga davanti alla macchina da presa. Il successo fu immediato, travolgente, inaspettato, e Jennifer riuscì a diventare una delle poche artiste in grado di raggiungere la numero 1 della Billboard Hot 100 (classifica singoli americana) con il suo singolo di debutto. Nel frattempo viene rilasciato anche un brano in spagnolo, “No Me Ames”, che riesce ad ottenere risultati simili nel mercato latino.

Bisogna però aspettare il mese di giugno 1999 affinché tutto parta per definitivamente con la pubblicazione di un fortunato album di debutto, “On The 6”. Il disco riuscì a vendere milioni di copie, e anche se non fu l’album di debutto di maggior successo dell’anno impose rapidamente JLO nell’immaginario collettivo grazie anche al successo di altri singoli.

Di lì in avanti, per anni Jennifer Lopez non si è praticamente mai fermata, continuando a pubblicare vari album sempre nel segno del pop’n’b con accenni, di tanto in tanto, alle sue origini latine e ad altri universi musicali. Altre hit internazionali come “Jenny From The Block”, “Play” e “Get Right” fioriscono in quegli anni: il pubblico era in delirio grazie alla timbrica bella e riconoscibile di Jennifer, ma soprattutto grazie alle sue incredibili doti di performer! Jennifer è sicuramente una delle migliori cantanti-ballerine che i palchi abbiano mai visto, ed ogni sua performance sembra ricordarlo.

Nel frattempo, anche la carriera di attrice continua a gonfie vele: commedie, drammi, horror, thriller, tutti i generi cinematografici hanno vari loro rappresentanti di successo in cui Jennifer Lopez interpreta uno dei ruoli principali, innalzando il suo livello di fama verso vette altissime. In questo percorso a due corsie, l’espressione artistica di Jennifer non conosce limiti, e la porta addirittura a pubblicare un album interamente in lingua spagnola, “Como Amas Una Mujer”. Rinunciare al mercato anglofono per un’intera era discografica è ancora una volta un rischio, ma anche questa volta JLO ne esce vittoriosa con un album e dei singoli di grande successo. Non è però altrettanto fortunato il suo successivo ritorno alla musica in inglese con l’album “Brave”: lo scenario musicale è in continuo cambiamento, ed ora il pubblico vuole altro dalle popstar.

Dopo vari esperimenti, Jennifer capisce che il modo migliore per soddisfare il pubblico attuale è quello di darsi ad un genere che aveva già accarezzato in passato con alcuni dei suoi brani, tra cui la famosissima “Waiting For Tonight”: la dance. È dunque nel segno di questo genere musicale che Jennifer torna ai vertici delle classifiche con il brano “On The Floor”, singolo potentissimo che riesce addirittura a diventare la sua canzone più venduta di sempre – c’è da dire che nei primi 5 anni di questo decennio i singoli hanno raggiunto il loro periodo migliore in assoluto per quanto riguarda le vendite, mentre le vendite degli album sono crollate. Il progetto discografico “Love?” diventa quindi uno dei più apprezzati della sua carriera, e negli anni successivi l’artista dà inizio ad una prolifica collaborazione proprio con il rapper presente in “On The Floor”, Pitbull: non tutti i loro duetti avranno però la qualità del primo.

Dopo aver pubblicato nel 2014 l’album “A.K.A”, attualmente Jennifer Lopez sta seguendo una strategia diversa rispetto al passato: l’artista sta pubblicando numerosissimi singoli, tutti diversi l’uno dall’altro, alcuni in inglese ed altri in spagnolo; ciononostante, nessun album è stato annunciato, e sono ormai 5 anni che i suoi fan pur non essendo mai orfani di nuova musica non possono ascoltare un progetto discografico vero e proprio. In compenso, fra residency a Las Vegas e l’attuale “It’s My Party Tour”, sono moltissimi gli spettacoli live a cui i fan di Jennifer hanno la possibilità di assistere in questi anni: un dato non scontato per lei, che in passato aveva dedicato molto meno tempo ed energie ai tour rispetto a colleghi per i quali la musica è l’unico impegno da portare avanti.

A questo punto, non resta che augurare un felice ventennale alla carriera musicale di Jennifer Lopez, sperando che possa continuare ad intrattenerci tra musica e cinema per almeno altri 20 anni. “Don’t get fooled from the rocks that she gots. She’s still, she’s still Jenny From The Block”!

Commenti