Jackson 5: il padre Joe dietro al successo del gruppo

0
362
Joe

Sebbene tutti credano si siano sciolti, i Jackson 5 continuano imperterriti la propria carriera. Certo, qualcuno non è più tra noi, altri ancor prima avevano scelto la carriera solista. Sapete che il padre Joe è una figura estremamente importante del loro successo?

Il padre Joe dietro i Jackson 5?

Ripercorriamo allora gli arbori di un successo che, nel 1997 ha fatto ottenere pure l’inserimento nella Rock and Roll Hallo of Fame ai Jackson 5. Qualcuno potrebbe aver creduto che il gruppo si fosse sciolto, ma non è mai accaduto. Janet ha preso la propria strada e Michael si è differenziato divenendo il “Re del Pop”, ma per tutti l’inizio non fu esattamente una scelta. In un intervista da Opra, Michael disse che il padre li picchiava con una cintura. Gli alti componenti si discostano dall’idea di cattiveria che viene data in questa misura del proprio padre. Certo era un uomo severo, ma il motivo di tale rigidità è da asserire alla paura che l’uomo aveva per i propri figli. Il timore che gli stessi si potessero aggregare a qualche banda, non faceva chiudere occhio all’uomo che li aveva generati, tanto da doverli tenere occupati per tutta la durata della giornata.


Michael Jackson ha combattuto per il cameo di Men In Black 2


L’inizio della carriera musicale

Scherzano tutti assieme quando ricordano che molte volte, il padre, gli faceva spostare dei mattoni solo per tenerli a bada ed occupati. D’altronde c’erano molte gang che potevano deviare la loro fragile mente. Quando tutti si accorsero che la musica era un punto comune, Joe, non fece altro che andare a comprare gli strumenti musicali. Suonavano fino le 2/4 di mattina. Quarant’anni dopo essere stata in prima classifica, “Can You Feel it” è stata rielaborata al fine di includere discorsi di Martin Luther King e di Obama. La canzone tratta infatti temi razziali e per ciò che concerne i due personaggi in questione sono estremamente adatti al pezzo. Quindi i Jackson 5 non hanno mai smesso di credere nella loro musica, ma soprattutto, nella funzione che essa ha avuto nelle loro vite.

Commenti