Insonnia d’Amore, la commedia con Tom Hanks e Meg Ryan

Un cult per gli amanti del genere, Insonnia d’Amore è l’indimenticabile commedia romantica con Tom Hanks e Meg Ryan. Chi non sogna da allora di trovare l’amore in cima all’Empire State Building?

0
1744
Insonnia d'Amore

Era il 25 giugno 1993 quando Tom Hanks e Meg Ryan sbancarono il botteghino con la loro Insonnia d’Amore. Lui aveva già all’attivo una nomination agli Oscar (Big, 1988), lei era ben nota nell’ambiente grazie ad Harry, ti presento Sally…(1989), la famosissima commedia sentimentale con Billy Cristal. Con un cast così, il successo era quasi assicurato. E le aspettative non sono state smentite.

Qui di seguito il trailer.

Erano gli anni 90, il decennio d’oro per le commedie romantiche e per la Ryan stessa. Regina del genere, condivise lo scettro con Julia Roberts e i sui Pretty Woman (1990), Il Matrimonio del Mio Migliore Amico (1997) e Notting Hill (1999), solo per citarne alcuni. Allora trentaduenne, Meg Ryan ed i suoi lunghi capelli biondi fecero battere milioni di cuori in tutto il mondo quando Annie, il personaggio da lei interpretato, si incontrò con Tom Hanks sulla cima dell’Empire State Building. La sera di San Valentino per giunta. Con Sleepless in Seattle, titolo originale del film, i sognatori insonni trovarono decisamente pane per i loro denti.

La trama

Sam (Tom Hanks) è vedovo e padre del piccolo Jonah, un bambino molto sveglio e vivace. I due si trasferiscono a Seattle nella speranza di ricominciare una nuova vita dopo la morte della madre, ma il tentativo fallisce. Sam è inconsolabile e Jonah decide così di raccontare la loro storia ad un programma radiofonico, nel tentativo di trovare in questo modo una nuova compagna per l’uomo.

Sam Jonah ed Annie nella scena finale di Insonnia d'Amore. Jonah indossa stringe un peluche e guarda Annie. La donna e l'uomo si guardano negli occhi.
Sam, Jonah ed Annie nella scena finale del film.

All’ascolto, dall’altro capo degli States, a Baltimora, c’è l’insonne Annie (Meg Ryan), che sebbene sia già fidanzata, rimane colpita dal racconto del piccolo Jonah.

Proprio grazie a quest’ultimo, dopo una serie di vicissitudini ed una fuga da casa, i due riusciranno finalmente ad incontrarsi.

Insonnia d’Amore: i motivi per cui ci piace

Se dopo così tanti anni Insonnia d’Amore è ancora proposto e riproposto dalle più disparate emittenti televisive, significa che davvero ha lasciato il segno nel cuore del pubblico. Vediamo insieme i motivi per cui la commedia è diventata un vero cult.

Per Meg Ryan

Tom Hanks e Meg Ryan sono indiscutibilmente due big di Hollywood. Ed Insonnia d’Amore fu l’ennesima riprova delle loro abilità recitative.

Meg Ryan in una scena di Insonnia d'Amore. I capelli biondi sono raccolti in una treccia, alle orecchie porta un orecchino pendente. Sta guardando un punto indistinto.

In particolare, però, è la Ryan a dimostrarsi particolarmente adatta al ruolo. Grazie alle spiccate doti espressive, è in grado di trasmetterci le emozioni più disparate. Tristezza, sogno, insoddisfazione, amore. Attraverso i suoi profondi occhi blu, riusciamo a sentire tutto questo anche noi con lei. Anzi, con Annie.

Perchè racconta il sogno

Insonnia d’Amore racconta un sogno, e a noi piace sognare. La trama è alquanto irreale, soprattutto quando il piccolo Jonah prende un aereo da solo e attraversa un intero continente. Ma non solo, ce ne sarebbero molti altri di piccoli grandi dettagli poco verosimili nel racconto. Eppure, poco ci importa tutto ciò.

Annie ed un'amica sono sedute sul divano. Vestono abiti comodi e sembra stiano guardando un film.

L’idea che il famoso filo rosso unisca davvero due persone destinate ad essere, a dispetto della distanza e della casualità del mondo, ci basta a farci rimanere incollati allo schermo. Sospirando ad ogni ascolto notturno di Annie, sorridendo ad ogni racconto in radio di Jonah.

Per il finale

Chi non sogna, dal lontano 1993, di trovare l’amore della propria vita sulla cima dell’Empire State Building? In una fredda notte di San Valentino, si intende. Abbiamo amato quel finale. Quel finale aperto, che segna di fatto l’inizio della storia tra Sam ed Annie. E Jonah.

Dopo il planetario successo di Insonnia d’Amore, la regista Nora Ephron richiamerà nuovamente gli stessi Hanks e Ryan a lavorare insieme ad una nuova commedia. Nel 1998 esce C’è Posta per Te (You’ve Got Mail), altra pellicola di successo.

Commenti