Il Cervino CineMountain: Venticinquesimi Oscar del cinema di montagna

Saranno cinque le pellicole in concorso per il premio più ambito di un’edizione attesissima: a giudicarle saranno Maurizio “Manolo” Zanolla, Alexandra Petrova e il produttore Leonardo Barrile.

0
132
il Cervino Cinemountain
L'immagine del 25/o Cervino Cinemountain film festival

Arrivano da molte parti del mondo i cinque film in lizza per il Grand Prix des Festival alla 25/a edizione del Cervino CineMountain, il festival del cinema di montagna più alto d’Europa in programma a Cervinia e ancora in Valtournenche dal 6 al 13 agosto.

Il Cervino CineMountain: quali sono i film candidati a vincere?

A contendersi l'”Oscar” per il cinema di ‘alta quota’ saranno “After Antartica” di Tasha Van Zandt, “Gaucho Americano” di Nicolás Molina, e ancora, “Here i am, again” di Polly Guentcheva, “La casa rossa” di Francesco Catarinolo e “Torn” di Max Lowe.

La giuria

Alla giuria, formata quest’anno dal “Mago” del free climbing Maurizio “Manolo” Zanolla, dall’organizzatrice del Bansko Film Festival Alexandra Petrova, e ancora, dal produttore e fondatore della Samarcanda Film Leonardo Barrile, spetterà il difficile compito di scegliere il film che ha raccontato in maniera più empatica, fedele e innovativa la vita attorno, dentro o in relazione alle Terre Alte del mondo.

Il Cervino CineMountain

VENTICINQUESIMI OSCAR DEL CINEMA DI MONTAGNAIL SVELA LA GIURIA E I GRAND PRIX. Dal 6 al 13 agosto – Cervinia e Valtournenche.

Il festival

Nato nel 1998, il Cervino CineMountain non è solo il festival del cinema più alto d’Europa, con i suoi 2000 metri di quota, è un’agorà, un luogo di incontro, di scambio e di confronto sulla narrazione filmica della montagna, che porta sullo schermo non solo l’epicità delle avventure ma la verità documentata di chi vive al limite, da quello sportivo a quello geografico, tra coraggio e sopravvivenza, quotidianità e memorabilità.

L’appuntamento per gli appassionati di filmografia di montagna

Da venticinque anni il festival rappresenta l’appuntamento di riferimento per gli appassionati di filmografia di montagna ma anche per gli addetti ai lavori, registi, e ancora, attori, sceneggiatori e produttori che qui si ritrovano per presentare le loro opere e per confrontarsi sullo stato dell’arte del cinema di settore attraverso quella che è mette in scena una sintesi della migliore e più recente produzione cinematografica internazionale dedicata al tema.

Il 25° anno

Per celebrare il suo 25° anno riunirà i protagonisti della gloriosa storia di quella che è considerata infatti, una delle vette più amate del mondo, tra cinema, sport, cultura e arte per uno degli eventi più attesi della stagione estiva valdostana.

Commenti