“Hard Skool”: il singolo dei Guns N’ Roses

0
469
Hard Skool

Dopo l’uscita di “Absurd”, ad agosto, i Guns N’ Roses pubblicano il nuovo singolo “Hard Skool”.

“Hard Skool”: com’è il nuovo singolo?

Il singolo “Hard Skool” conferma quel che i fan avevano intuito dopo “Absurd”: questa band è molto diversa da quella che pubblicò “Appetite for Destruction” e i due “Use Your Illusion”. Nemmeno il ritorno tanto desiderato di Duff McKagan e di Slash è riuscito a riportare i Guns N’ Roses ai fasti di una volta. Lo sleaze rock e il punk rock degli esordi sono un lontano ricordo, così come il più solido hard rock dei due “Illusions”. Sono archiviati i granitici riff di Slash e la solidità ritmica che Izzy Stradlin prima e Gilby Clark poi avevano portato in dote. L’unica cosa per la quale (forse) i fan ringraziano, è il ritorno in squadra della “Les Paul” più famosa del rock odierno. Gli assoli di Slash, però, si rivelano un’arma a doppio taglio: da una parte ci confortano, dall’altra ci riportano alla mente ciò che era e che non è più.

“Hard Skool”: il nuovo/usato dei Guns N’ Roses

Questi Guns N’ Roses sembrano un ibrido sperimentale. Nel loro DNA c’è ancora molto della band che pubblicò “Chinese Democracy”. E non potrebbe essere altrimenti, visto che “Hard Skool” era un brano pensato per l’album “cinese”. La band della “democrazia cinese” lo archiviò per lasciare spazio a materiale più convincente. I nuovi Roses lo hanno riesumato e suonato dal vivo durante un soundcheck dello scorso venerdì, in quel di Chicago. Non è dato sapere se il nuovo brano farà parte di un progetto più ampio, magari un album. Ciò che sappiamo al momento è che la musica dei nuovi Roses procede sulla falsariga della visione “cinese”.

I Roses non fanno breccia in chart

Il singolo “Absurd” non ha fatto breccia nelle classifiche statunitensi. I fan sembrano aver tutto sommato apprezzato il risultato, ma le chart europee e quelle a stelle e strisce non sono dello stesso parere. Forse il rientro di Slash e Duff ha creato aspettative troppo elevate. O forse c’è bisogno che gli ultimi arrivati contribuiscano alla scrittura di materiale inedito. Slash, in particolare, ha dato prova negli anni di poter cambiare pelle e creare ogni volta musica innovativa. Dagli “Snakepit” ai “Conspirators”, il cilindro più famoso del rock ha sempre riscosso apprezzamenti da parte di fan e critica. Forse è arrivato il momento che su questi brani ci metta la sua, di firma.

Commenti