Grid: esce il singolo “Nomade”

0
171
Grid

Grid torna con “Nomade”, un inno alla libertà che ci porta oltre i giudizi e ci invita a tracciare la nostra mappa interiore.

Chi è Grid?

Grid, pseudonimo di Fabiana Mattuzzi, inizia a cantare nel coro della scuola e prende lezioni di pianoforte a 6 anni. A influenzarla sono artiste internazionali come Anastacia e Adele, ma anche rappresentanti della musica nostrana come Giorgia e Mia Martini. Sul fronte delle sonorità, si ispira a top artist della discografia d’Oltreoceano come Ed Sheeran e Shawn Mendes. Determinanti sono gli incontri con Cristiano Turato, ex cantante dei Nomadi e con Enrico Santacatterina, che diventa suo mentore. Nel febbraio del 2018 partecipa a Casa Sanremo, dove viene scelta da Red Ronnie per cantare nella “Sala Lounge” del Palafiori. In quell’occasione presenta la prima versione dell’inedito di debutto, “Frammenti”, aprendo per Alex Britti. Sempre in quei giorni vince i Premi Miglior Artista Femminile e Miglior Immagine al Sanremo Music Award.

Grid: “Nomade”

Dopo “Intimo Glamour” e l’intensità del suo universo interpretativo in “Neve In Tasca”, Grid torna in radio e nei digital store con “Nomade” (Cosmophonix Artist Development/Altafonte), brano che punta i riflettori su una nuova sfumatura della sua essenza artistica. “Nomade” è un inno alla libertà di viaggiare in se stessi per raggiungere le mete più inesplorate della propria natura interiore. Il testo del pezzo, un’elegante pergamena di indipendenza scritta dall’abile Stefano Paviani, segue le linee del carisma di Grid, che dà voce al suo estro policromatico e caleidoscopico, come lei stessa racconta.

“Non è il classico brano estivo”

“’Nomade’ non è il classico brano estivo, nonostante rimanga nella mente grazie ad un mood coinvolgente, ballabile ed energico”, spiega Grid. “Ho scelto il titolo ‘Nomade’ perché è un aggettivo capace di rappresentarmi alla perfezione: sono un’anima libera, che adora viaggiare, sperimentare, scoprire, analizzare e conoscere nuove culture. Sono una ragazza che non è mai restata ferma a se stessa, ma ha sempre cercato di guardarsi intorno, cogliendo il meglio da ogni circostanza e da ogni persona”.

Commenti