Game of Thrones: il destino di Jorah era segnato?

0
731
Game of Thrones: il destino di Jorah era segnato?

Tutti conosciamo i motti delle principali casate di Game of Thrones. E se quella della famiglia Mormont avesse anticipato il destino di Jorah?

LEGGI ANCHE: Sophie Turner: l’attrice di GOT lotta contro la depressione

L’ottava stagione di Game of Thrones

Il tempo vola! Anche se non sembra, è già passato un anno dall’uscita dell’ottava stagione di Game of Thrones. Una stagione criticata da moltissimi spettatori, che rimpiangono i primi capitolo della serie tv tratti dai libri di George R.R. Martin. Molti sono rimasti delusi dal terzo episodio, dal titolo La lunga notte, che ha visto la morte di alcuni personaggi importanti, tra cui Jorah Mormont.

In quell’episodio, Jorah fa di tutto per proteggere la sua regina, Daenerys, al punto di sacrificarsi per lei. Alcuni ritengono che non fosse necessario, altri sostengono che il suo destino fosse già segnato. Ma in che senso? A notarlo è stato un fan, che ha elaborato la seguente teoria.

Il motto della casata Mormont

Ogni casata del Continente Occidentale ha un proprio motto che rappresenta i valori delle famiglie, ma forse non tutti ricordano quello della casa Mormont. Il motto, infatti, è il seguente: “Here We Stand”, che si potrebbe tradurre con “Qui stiamo, qui restiamo”. Il fan in questione ha visto un questo motto l’anticipazione del sacrifico di Jorah.

Nel corso della serie tv sentiamo Jorah pronunciare questa frase più volte, già nella prima stagione con Viserys. Nel terzo episodio dell’ottava stagione, Jorah (e molti altri) combatte contro gli Estranei e, anche se viene colpito più volte, non pensa mai di abbandonare il cmapo di battaglia. Lotta valorosamente per proteggere la sua khaleesi e alla fine si spegne tra le sue braccia in una scena molto commovente. E’ quindi possibile che il destino di Jorah fosse già segnato? La teoria potrebbe essere vera, anche perché nel corso di otto stagioni la sua vita era dedicata alla protezione di Daenerys (anche se all’inizio era una sua spia per Robert).

Commenti