Game of Thrones: il destino di Jon e Tormund

0
671
Game of Thrones: il destino di Jon e Tormund

Ma che fine hanno fatto Jon Snow e Tormund dopo la conclusione dell’ottava stagione di Game of Thrones? Ce ne parla Kristofer Hivju.

LEGGI ANCHE: Game of Thrones: il prequel in arrivo nel 2022

L’ottava stagione di Game of Thrones

Come tutti ben sappiamo, l’ottava stagione di Game of Thrones si è conclusa a maggio dello scorso anno e ha lasciato un vuoto nei cuori dei fan. Allo stesso tempo, non sono mancate però le critiche sui social per il finale di stagione. Vi siete chiesti anche voi che fine hanno fatto Jon Snow e Tormund dopo l’ultimo episodio?

In ogni caso, la star Kristofer Hivju, che interpreta Tormund, ha rivelato il destino del suo personaggio e di Jon Snow.

Che fine hanno fatto Jon e Tormund?

Nelle ultime scene in cui compaiono, vediamo i personaggi superare quel che resta della Barriera, con il Popolo Libero e il metalupo Ghost. E cosa accade dopo? George R.R. Martin non ce ne ha ancora parlato, quindi Kristofer ha deciso di anticiparlo e raccontare la sua possibile versione dei fatti:

“Jon è in una forte depressione, quindi ha bisogno che Tormund lo tiri su di morale, vicino al fuoco, riscaldandosi l’un l’altro. Anche Tormund ha il cuore spezzato, magari troveranno un forte legame a parte da questo.”

Ricordiamo che Jon aveva ucciso Daenerys: sua zia, amante e regina. Fortunamente Kristofer è perfettamente soddisfatto della storyline del suo personaggio e spiega:

“Ho dato tutto a Tormund. Mi piace la direzione che il personaggio ha preso, innamorato e elemento comico, ha iniziato come uno dei cattivi nello show e ha finito per essere un grande orsacchiotto”.

Purtroppo non è stato girato niente al di fuori delle scene che abbiamo visto, così come ci conferma l’attrice che interpreta Arya Stark:

“Non abbiamo girato un finale alternativo. Costa troppi soldi e le tempestiche erano troppo strette. Stavamo spendendo tutto il budget per creare i draghi. Penso che le persone vorrebbero che l’avessimo fatto. Ma non è così!”.

Commenti