Game of thrones: Daenerys Targaryen è vittima del suo stesso dolore

0
801

Capelli argentei , tre draghi, tanto carisma e…pazzia. Vediamo come la nostra Daenerys è passata da Regina dei Draghi e Regina delle ceneri.

E’ ormai passato troppo tempo dalla fine della saga di Game of thrones, e la fine ha sconvolto e deluso molti. Ma cosa c’è da dire su una delle protagoniste indiscusse della saga, la Madre dei Draghi? Basandomi su una delle tantissime opinioni in rete, ho creato un excursus in grado di analizzare, seppur in maniera imprecisa, il ”progresso” del personaggio più iconico del Trono di Spade

Khaleesi, la Madre dei draghi

Giovanissima e bellissima, esiliata dalla patria e manipolata da un fratello altrettanto sofferente. Daenerys è, all’inizio, una dolce ed ingenuo fanciulla che, dopo l’uccisione del padre, è costretta a fuggire col fratello Viserys in una terra lontana. Data in sposa al rude e bruto Khal Drogo, capo dei Dotraki, è inizialmente un semplice dono fatto dal fratello al capo bruto per assicurarsi un esercito e riconquistare il trono di Westeros. Ma qui, Daenerys mostra di essere ben altro. Riesce infatti a mostrare le squame di drago celate sotto la pelle candida di porcellana e acquisisce il rispetto dei dotraki, l’amore del marito, e tre uova di drago. Poi, l’ennesima sofferenza: dopo aver perso il bambino in grembo, perde anche Khal, il suo ”Sole e stelle”, ma dal rogo funerario del suo primo amore e del suo unico e primo figlio , da alla altri tre figli: tre draghi.

Immagine correlata
Khaleesi

Mhysa, la Distruttrice di catene

Dopo il dolore, inizia ad accumulare consensi e salvare vite innocenti. Inizia infatti la sua ascesa: con i suoi tre draghi, la Khaleesi diventa Mhysa, cioè ”Madre”. Nelle città degli oppressi , lei sparge fuoco per liberare schiavi, donne e bambini: da wui, uno dei suoi primi epiteti: “Rompitrice di catene”. I suoi fidati consiglieri, Missandei e Verme Grigio, la ricordano specialmente per la sua volontà di liberare gli oppressi dagli oppressori, gli schiavi dai padroni, e distruggere le loro catene. Tutto questo,non senza spargimento di sangue…

Immagine correlata
Mhysa

Daenerys Targaryen, Nata dalla tempesta

Quando ha un esercito e una flotta non indifferente, e dei consiglieri affidabili e amati, quali Tyrion Lannister, Daenerys va a prendere ciò che reputa suo: il Trono di Spade. A Roccia del Drago arriva piena di speranze, con molte pretese, ma mai sola: si fida ciecamente dei suoi consiglieri, che reputa la sua famiglia insieme ai suoi tre draghi. Ma , dopo i passati dolori, iniziano per lei tremendi lutti. Il primo a mancare e Viseryion, uno dei suoi draghi e figli, ucciso del Re della Notte. A Westeros da il suo cuore a Jon Snow, ma mostra i primi squlibri quando assaggia l’ira di Cersei Lannister.

Risultati immagini per daenerys targaryen a roccia del drago
Nata dalla Tempesta

The Mad Queen, la Regina delle ceneri

Nll’ultima stagione Daenerys si mostra incline a non deludere le tendenze della sua genealogie. E’ , apparentemente e completamente folle. Arde e brucia l’intera Approdo del Re al rintocco delle campane. I motivi, affrontati anche dagli sceneggiatori, sono molti e sono fraintendibili. C’è un motivo, però, che non può essere omesso: il dolore. Daenerys, in territorio straniero, è sola. Perdere Rhagal, trafitto dalla lancia Greyjoy. Perde Jorah, che muore per salvarle la vita. Perde l’unica amica e sorella mai avuta, Missandei, decapitata da Cersei davanti ai suoi occhi. Perde l’amore di un uomo che decide, infine, di pugnalarla al cuore. Drogon, l’ultimo drago, brucia la causa della morte di sua madre: il Trono di spade.

Risultati immagini per daenerys targaryen
La Regina delle ceneri

Daenerys è solo l’ennesima vittima di Game of thrones: non diventa cattiva, si rivela folle, distrutta. La sua rabbia, frutto di una vita di sofferenza, si muta in follia. Tutti i Targaryen, o quasi, hanno manifestato questa tendenza. Ma Daenerys, prima fanciulla vergine, poi Madre, poi colei che salva gli innocenti, non è mai stata cattiva. Agiva secondo ciò che le è stato fatto. Potremmo definirlo anche un personaggio coerente ma, allo stesso tempo, sbalorditivo. Di certo ha sorpreso i fan, che la vedevano come la Regina buona. In quest’ultima stagione, però, è Daenerys ad essere il villan. Ma, personalmente, non la definirei mai così. Daenerys è un prodotto, ed è una conseguenza. E’ inevitabile vedere una coerenza in questo.

Commenti