Eurovision 2022: Israele strizza l’occhio ad X-Factor

0
153
Eurovision 2022

Israele cambia il metodo di selezione. A parte dall’Eurovision 2022 il vincitore dell’edizione locale di X-Factor rappresenterà il Paese.

Eurovision 2022: cosa ha pensato Israele?

Tutto comincia con un bando aperto nei mesi scorsi da KAN, emittente pubblica israeliana. La Israeli Public Broadcasting Corporation ha messo le carte in tavola e due offerte le sono pervenute. Una era della rete privata Keshet e l’altra dall’emittente Reshet. Keshet ha messo sul piatto “The Next Star”, il concorso canoro dal quale sono usciti fuori i rappresentanti israeliani tra il 2015 ed il 2020. Reshet ha messo sul piatto l0edizione locale di “X-Factor” ed ha sbaragliato la concorrente. Vincendo, Reshet si impegna a produrre la nuova edizione di X-Factor e lo show che servirà poi a selezionare la canzone da portare in gara all’Eurovision 2022.

Eurovision 2022: Reshet si impegna

Reshet, vincitrice del bando, si è impegnata a coprire tutti i costi inerenti la partecipazione all’Eurovision 2022. La registrazione del videoclip, lo staging eurovisivo, le spese della delegazione israeliana e tutto ciò che occorrerà, saranno a carico dell’emittente televisiva. Per quanto riguarda la 4a edizione di X-Factor Israele, questa presenterà due nomi di grande spessore tra i giudici. Accanto al cantante Aviv Geffen troveremo Netta Barzilai, vincitrice dell’Eurovision Song Contest 2018, e Simon Cowell. Per Cowell, che tra l’altro è la mente creatrice del format, sarà la prima esperienza fuori dei confini britannici e statunitensi.

Israele all’Eurovision 2021

Israele si presenta quest’anno a Rotterdam con Eden Alene. La canzone dell’artista di origine etiope-ebraica si intitola Set me free. Il brano contiene una parte in lingua ebraica oltre a quella in lingua inglese ed era finita al ballottaggio con altre tre canzoni che avevano la stessa peculiarità.

Commenti