Empress Of: Si intitola “Us” l’album di debutto – Recensione

0
271

A volte i titoli degli album ti dicono tutto ciò che devi sapere. Prendete ad esempio “Us” il titolo dell’album di debutto di Empress Of . L’artista all’anagrafe Lorely Rodriguez ha scritto e prodotto quasi tutto da sola il suo gioiello. Il suo album “Us” come suggerisce il nome, in italiano significa “noi” ebbene si perché all’interno dello studio di registrazione Lorely ha chiamato alcuni suoi amici quali Dev Hynes, Pional e Sam Griesemer e Jerome Potter che hanno dato quel tocco in più ad un buon album di debutto. 

Con “Us” sembra come se Lorely avesse capito chi e cosa fare del suo nome d’arte Empress Of. Il synth-pop delle sue prime sperimentazioni è ancora lì, ma è più concentrato rendendo tutto più grande e più luminoso. Le linee dei bassi sono strabilianti, le ritmiche anche, i synth più caldi ma ci sono dei suoni che ci riportano al suo passato sperimentale, dando vita a un pop glorioso con una sensazione di R&B distorta.

In “Us” si raccontano storie di relazioni e d’amore. Ma come l’artista ha detto in una recente intervista “Non sono solo canzoni d’amore. Si tratta di diverse esperienze del cuore. “Questo è evidente in brani come “Everything to Me”, “Timberlands”, “Love for Me” e “I’ve Got Love”, dove i testi sembrano parlare chiaramente di profonde situazioni personali. 

Nel suo debutto discografico, Lorely Rodriguez ha fatto tutto quello che doveva, ma la sua capacità di suonare bene con gli altri produttori rende “Us” un disco forte e divertente. Voto 3/5

Brani Migliori: “I Don’t Even Smoke Weed”, “I’ve Got Love”, “Love For Me”.

Commenti