Emmy Awards 2022: le cose da sapere sulla 74a edizione

0
430
Emmy Awards 2022

Ecco, tutte le cose da sapere sulla 74a edizione degli Emmy Awards 2022, che si terrà lunedì sera a Los Angeles.

Emmy Awards 2022: Hollywood è pronta a coronare il K-drama?

La sensazione del K-pop BTS è così amata che la notizia della pausa della boy band ha scatenato un tracollo globale sui social media. “Parasite” ha infranto tutte le regole nel suo percorso verso la gloria degli Oscar nel 2020. Hollywood è ora pronta per onorare una serie televisiva in coreano? “Squid Game”, la serie Netflix di successo sulle persone malandate che competono fino alla morte in giochi per bambini per soldi. E’ diventata un fenomeno globale al suo lancio circa un anno fa.

Ora potrebbe vincere l’Emmy Awards 2022 per il miglior dramma

In quella che sarebbe la prima volta per una serie non in lingua inglese. È già un pioniere solo per aver guadagnato una nomination nella categoria, una delle 14 in assoluto. La serie ha già assaporato la vittoria agli Emmy, con Lee Yoo-mi. Che ha vinto il premio come migliore attrice ospite in un drama ai Creative Emmys. L’evento pre-galà in cui molte statuette vengono premiate in categorie minori. Lee interpreta Ji-yeong, uno dei 456 disperati concorrenti che sperano di vincere denaro nella brutale gara.

Emmy Awards 2022: annunciate le nomination

Doppie nomination

Lunedì una miriade di artisti è in attesa di numerosi premi, molti dei quali nelle categorie di recitazione e fuori campo. Julia Garner (“Ozark” e “Inventing Anna”) e Sydney Sweeney (“Euphoria” e “The White Lotus”) sono tra le nominate per più ruoli di recitazione. Con Garner che dovrebbe vincere la battaglia testa a testa per il miglior ruolo di supporto attrice. Il candidato al miglior attore comico Bill Hader (“Barry”) è anche nominato per la regia. La scrittura e la produzione dello spettacolo su un sicario che si trasferisce a Los Angeles e viene coinvolto nella scena della recitazione. Seth Rogen è nominato come miglior attore non protagonista in una serie limitata e per la produzione di “Pam and Tommy”. La storia di come un famigerato sex tape dell’attrice Pamela Anderson e del batterista dei Motley Crue Tommy Lee è stato reso pubblico.

Dai il galà

Per la prima volta nell’era del Covid-19, la Television Academy mette in scena uno spettacolo a tutto gas al Microsoft Theatre di Los Angeles, dopo un evento in gran parte virtuale nel 2020 e un evento ridimensionato in una sede parzialmente all’aperto lo scorso anno. Il veterano di “Saturday Night Live” Kenan Thompson, lui stesso vincitore di un Emmy in passato, farà il suo debutto come presentatore. I festeggiamenti iniziano alle 17:00 lunedì (0000 GMT martedì). Lo spettacolo si terrà un lunedì sera quest’anno perché la NBC, che ha i diritti di rete a rotazione per trasmetterlo, va in onda anche Sunday Night Football, e la graticola batte Tinseltown, con Tom Brady e i Tampa Bay Buccaneers in programma.

Hulu ha grandi speranze

HBO e Netflix tendono a dominare gli Emmy, ma il 2022 potrebbe essere un anno eccezionale per Hulu, che è posseduto a maggioranza dalla Disney. Lo streamer solo negli Stati Uniti, specializzato in contenuti più per adulti rispetto a Disney+, crea originali come il vincitore del dramma 2017 “The Handmaid’s Tale” e ha intensificato la produzione.

Quest’anno, ha una manciata di migliori contendenti nelle categorie delle serie limitate

Michael Keaton è il favorito per il miglior attore in una serie limitata per aver interpretato un medico coinvolto nell’epidemia di oppioidi negli Stati Uniti in “Dopesick”, che ha ottenuto 14 nomination. Amanda Seyfried è la favorita per la gloria della migliore attrice nella stessa sezione per il suo ruolo di Elizabeth Holmes, star della biotecnologia caduta in disgrazia, in “The Dropout”. “Pam and Tommy” ha 10 nomination e anche la commedia “Only Murders in the Building” – con Steve Martin, Martin Short e Selena Gomez nei panni di un improbabile trio di podcaster sul vero crimine – è nel mix.

Emmy Award 2022, pre-gala postumo per Boseman

La star di “Black Panther” Chadwick Boseman è morta nell’agosto 2020 dopo aver combattuto contro un cancro al colon, una diagnosi di cui non ha mai discusso pubblicamente. L’anno scorso, ha mancato di poco ad Anthony Hopkins un Oscar postumo, come miglior attore nel dramma blues “Ma Rainey’s Black Bottom”. Ma ha vinto alcuni premi finali ai Creative Emmy, vincendo per aver doppiato una versione del suo personaggio “Black Panther” nella serie animata della Marvel “What If…?”. Altri vincitori dell’evento pre-gala sono stati l’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama (ora a metà strada per un EGOT con i suoi due Grammy), la pop star Adele, il rapper Eminem e il conduttore di reality show RuPaul.

Commenti