-Dune: lo splendore della Fantascienza prende forma

0
419

Il 3 Settembre è approdato nei Cinema Italiani il film evento del 2021 -Dune che è stato proiettato in prima visione al Festival del Cinema di Venezia. La pellicola è stata diretta dal Regista Denis Villeneuve che ha riportato sullo schermo la trilogia dei romanzi di Frank Herbert del 1965. Il Romanzo ha vinto il Premio Nebula e Hugo, i massimi riconoscimenti della narrativa fantascientifica. Il film Dune invece ha diviso gli spettatori.


DUNE di Denis Villeneuve: al cinema da giovedì 16 settembre


Una pellicola densa di significati

Per approcciare al Film bisognerebbe leggere il romanzo da cui deriva questa trasposizione cinematografica. Altrimenti non si capirebbe la giusta ambientazione e alcuni dettagli che meritano di essere compresi più precisamente. Dune non è un film per tutti ma viaggia in un mondo fantascientifico tra visioni, pensieri e profezie. Il tempo è come se fosse bloccato, e tutto quello che succede sembra sia legato al filo di un destino che non si può modificare ma che risulta annebbiato. L’eleganza e la maestosità di Arrakis, il pianeta desertico è sublime e anche lievemente romantico dove si trova la gemma perziosa ovvero il Melange, la droga geriatrica che altera la percezione spazio-temporale e impregna l’aria del pianeta stesso causando assuefazione e la colorazione blu degli occhi di chi la consuma. La spezia viene prodotta solo su Arrakis, e per questo possederla significa avere il potere in mano.

-Dune: Trama

Il pianeta Arrakis è il più grande dell’Universo e viene chiamato semplicemente Dune e all’interno del deserto si è depositata la spezia chiamata Melange, una droga che permette i viaggi interstellari, il cui monopolio è detenuto dalla Gilda Spaziale. Ci sono tre casate che sono in competizione tra di loro ma solo una sarà la vincitrice. L’Imperatore Padiscia considera Arrakis di estrema importanza. Da secoli Dune è guidato dagli Harkonnen una casata sanguinaria che da secoli schiavizza i Fremen, gli abitanti di Arrakis. Il pianeta in realtà non appartiene a nessuno nemmeno all’Imperatore ma viene assegnato a una delle tante casate dell’Alleanza Galattica. Padiscia assegna al Duca Leto Atreides che viveva a Caladan il pianeta in questione e questa mossa darà il via ad una guerra tra le due casate rivali Atreides-Harkonnen e che cambierà il destino dell’intero universo.

C’è un vero e proprio messaggio che il film ci lascia?

La risposta è si, il film -Dune gioca su più fronti o meglio ha molte facce tutte da scoprire, e mentre il finale può sembrare atipico o insensato in realtà è il preludio qualcosa che deve ancora venire. Un seme che solo in un secondo film potrà dare interamente i suoi frutti. La pellicola sembra un trattato di Filosofia, Psicologia, di Etica e di Religione. Inoltre non può mancare la politica intesa come lotta di classe che enfatizza gli effetti del colonialismo, mettendo in discussione le figure messianiche e i leader carismatici. Per concludere si occupa di alcune problematiche ambientaliste che sono presenti attualmente. L’acqua per esempio su Arrakis è un bene essenziale e non va sprecato. Paul Atreides il figlio del Duca Leto che morirà a causa di una persona vicina che lo tradirà è un predestinato e questo primo capitolo servirà per maturare e crescere.

-Dune: Cast

  • Timothée Chalamet-Paul Atreides
  • Rebecca Ferguson-Lady Jessica
  • Dave Bautista-Glossu Rabban
  • Stellan Skarsgård-Barone Harkonnen
  • Charlotte Rampling-Reverenda Madre Gaius Helen Mohiam
  • Oscar Isaac-Duke Leto Atreides
  • Jason Momoa-Duncan Idaho
  • Zendaya-Chani
  • Josh Brolin-Gurney Halleck
  • Javier Bardem-Stilgar
  • David Dastmalchian-Piter De Vries
  • Chang Chen-Dott.Dr. Yueh

Il film è l’adattamento in due parti del romanzo fantascientifico di Frank Herbert, già portato sullo schermo da David Lynch con l’omonimo film nel 1984. La scelta di dividere la storia in due parti è stato fortemente voluta dal regista, la cui intenzione era mantenere l’integrità del best-seller. La colonna sonora del film è stata realizzata dal Premio Oscar Hans Zimmer che per lavorare a Dune ha rifiutato di collaborare con Christopher Nolan in Tenet (2020). Le riprese del film sono state svolte in Ungheria e in Giordania tra marzo e luglio 2019.

Perchè Dune è un film da vedere?

Per chi è stanco dei soliti blockbuster pieni di scene action ma prive di una storia intrigante, leggendaria e ricca di colpi di scena non può non guardare Dune. L’ambientazione è spettacolare, il calore asfissiante del deserto passa attraverso lo schermo e i sogni e le visioni del protagonista crea un mondo parallelo dove il futuro è già fissato ma non si sa quando accadrà. Il Messia Paul Atreides sente su di se il peso di una forza spirituale che deve ancora manifestarsi e che prende forza dalle profezie che il popolo dei Fremen credono fermamente. L’eco delle Religioni Monoteiste di un passato antico si fanno sentire. Non è facile capire tutto perché è solo l’inizio di un qualcosa, ma sono certa che grazie alle giuste informazioni adorerete questo film. Non vi resta che guardarlo per farvi un’idea personale. Vi lascio al trailer, buona visione.

Pagina Film Dune: https://twitter.com/dunenews

Commenti