Dove sono Tecna e Flora? The Winx Saga, per i fan è gia no!

0
5452
Winx
Winx

Manca poco all’uscita dell’attesissimo live action dell’amato cartone italiano Winx Club, di Igino Straffi. Fate: The Winx saga, serie firmata Netflix, ha rilasciato il trailer e i fan sono già su tutte le furie. Scopriamo il perché.

Il cast delle Winx senza Flora e Tecna

Arriverà su Netflix il prossimo 22 gennaio la serie Fate: the Winx Saga, scritta da Brian Young, già lodato per aver creato The Vampire Diaries. La serie, composta da sei episodi, racconta le avventure delle cinque fate che frequentano il collegio di magia di Oltre Mondo, Alfea. L’attesa, però, è stata subito stroncata da critiche e polemiche. Il motivo? Netflix ha rilasciato da pochi giorni il trailer ufficiale e i fan delle Winx hanno accusato la produzione di whitewashing. In effetti, il cast, sembra mancare di una presenza importante e, allo stesso tempo, aver modificato caratteristiche significative di alcuni personaggi. Tecna, infatti, è completamente sparita e, anche se, ammetiamolo, non era una delle fate più amate, la sua mancanza si sente già. Tanti i tweet che fanno notare alla produzione di questo “errore voluto” che arresta l’onda della popolarità della serie.

“Cambiate Flora e Musa”, insorgono i fan

La mancanza di Tecna, però, non è l’unica modifica non apprezzata dai fan. Diversi utenti, infatti, hanno fatto notare che anche Musa e Flora sono “sbagliate”. Musa, nel cartone animato è di origini asiatiche, mentre nel live action no. Flora, invece, è di origini latine, radici che, a quanto pare, nella serie Netflix, non sono state assolutamente rappresentate. E se, queste scelte, sembrano diminuire la possibilità di Fate: The Winx Saga di presentarsi al pubblico come una serie inclusiva, un’altra scelta, al contrario, sembra esserlo significativamente. Flora, infatti, che nel live action prende, non per la gioia dei fan veterani, il nome di Terra, sarà interpretata da Eliot Salt, una ragazza “curvy”, cui messaggio sembra essere chiaro. La “bella” Flora, dai lunghi capelli d’oro e il sorriso dolce, una delle fate più amate e “contese” dai bambini, non deve essere per forza una ragazza “standard”, intrappolata in quella bellezza che, ormai, non vogliamo che ci appartenga più. La bella Flora può e deve essere anche Eliot Salt e questo ci piace tantissimo.

Commenti