Divi & serie tv: Tanti auguri a Michael Peña

0
1537
Michael Peña

Michael Peña, nato a Chicago nel 1976, compie oggi 44 anni. Stimato attore statunitense (di chiare origini messicane, è infatti figlio di immigrati), ha inseguito il sogno di fare l’interprete sin dalla giovane età.

La carriera cinematografica di Michael Peña

Il suo debutto cinematografico avvenne nel 1994, anno in cui partecipò al film indipendente Un orsetto per amico (di Steve Kroschel). Da lì prese il via la sua brillante carriera attoriale. Dopo diversi anni di gavetta nel 2004 arrivò per Michael la grande occasione con due film importanti: Crash – Contatto fisico (di Paul Haggis) e Million Dollar Baby (di Clint Eastwood). Entrambi i film sono risultati vincitori dell’Oscar come “Miglior film” nel 2005 e nel 2006. La prima pellicola in particolar modo è valsa a Peña l’attenzione e gli elogi della critica per la sua interpretazione.

Million Dollar Baby – il capolavoro alla regia di Clint Eastwood

Quali sono i film più conosciuti?

Tra gli altri importanti film in cui ha recitato nel primo decennio dei duemila ci sono stati: World Trade Center (Oliver Stone, 2006), Shooter (Antoine Fuqua, 2007), Leoni per agnelli (Robert Redford, 2007) e The Lucky Ones – Un viaggio inaspettato (Neil Burger, 2008). Nel corso di quest’ultimo decennio Michael ha lavorato tanto, essendo molto richiesto da produzioni e registi. I film più rilevanti in cui ha recitato sono tantissimi. Ricordiamo End of Watch – Tolleranza zero (David Ayer, 2012), Gangster Squad (Ruben Fleischer, 2013), American Hustle – L’apparenza inganna (David O. Russell, 2013). Ma anche Cesar Chavez (Diego Luna, 2014), Fury (David Ayer, 2014), Ant-Man (Peyton Reed, 2015), Sopravvissuto – The Martian (Ridley Scott, 2015), The Vatican Tapes (Mark Neveldine, 2015). Nella seconda metà degli anni 2010 ha recitato in Crazy Dirty Cops (John Michael McDonagh, 2016), Collateral Beauty (David Frankel, 2016), CHiPs (Dax Shepard, 2017; adattamento cinematografico dell’omonima serie televisiva cult degli anni settanta-ottanta), 12 Soldiers (Nicolai Fuglsig, 2018), Ant-Man and the Wasp (Peyton Reed, 2018), Extinction (Ben Young, 2018), Il corriere – The Mule (Clint Eastwood, 2018) e Dora e la città perduta (James Bobin, 2019). Nel 2020 lo ritroviamo sala protagonista di Fantasy Island, diretto da Jeff Wadlow.

Michael Peña e le serie tv: Gracepoint e Narcos: Messico

Ad inizio carriera ha partecipato con ruoli minori a diverse serie tv. Ha continuato poi a comparire come guest star anche nel corso degli anni duemila. Lo ricordiamo in episodi di ER – Medici in prima linea (3 ep. nel 2003), NYPD – New York Police Department (2 ep. nel 2004), The Shield (5 ep. nel 2005) ed Eastbound & Down (5 ep. nel 2010).

Nel 2006 ha recitato una parte nel film TV della HBO Walkout, interpretando Sal Castro, un insegnante di origine messicana che ispira un gruppo di liceali di Los Angeles a lottare per i diritti dei chicanos. Nel 2014 ha recitato tra i protagonisti, col ruolo di Mark Solano, nella prima ed unica stagione della sfortunata serie Gracepoint, remake statunitense della più nota ed acclamata britannica Broadchurch (2013). Infine nel 2018 è stato il co-protagonista della prima stagione della serie Netflix Narcos: Messico. Vestiva i panni di Enrique “Kiki” Camarena, un agente della DEA sotto copertura che raccoglie informazioni preziose attraverso una serie di informatori attorno al leader del cartello Félix Gallardo.

Buon compleanno Michael!

Commenti