Divi & serie tv: Tanti auguri a Joel Kinnaman

0
912
Joel Kinnaman

Charles Joel Nordström Kinnaman, nato a Stoccolma, Svezia, nel 1979, spegne oggi 40 candeline. Attore svedese con cittadinanza statunitense, è prima diventato famoso in patria, e poi è riuscito ad ottenere successo anche in America grazie ai suoi ruoli sia cinematografici che televisivi.

La carriera cinematografica tra Svezia e Stati Uniti

Kinnaman ha esordito come attore cinematografico nel 2002 recitando per diversi anni in film svedesi di successo (ha preso parte a 9 pellicole in 14 mesi). Tra i ruoli più famosi che ha avuto in patria, si ricorda in particolare quello di un informatore della polizia che ha interpretato in ben 6 film (tutti del 2009!) della serie di film di Johan Falk. Ha ottenuto il successo vero in Svezia grazie al film del 2010 Easy Money (di Daniel Espinosa), pellicola che lo ha fatto notare anche al mercato cinematografico internazionale, e che gli è valso anche un Guldbagge Award come “Miglior attore”.

Il debutto nel cinema internazionale è avvenuto nel 2011 grazie al thriller L’ora nera (di Chris Gorak). Nel mentre che mancava per poco i ruoli da protagonista in Thor (2011) ed in Mad Max: Fury Road (2015), Kinnaman ha preso parte a Millennium – Uomini che odiano le donne (David Fincher, 2011) ed a Safe House – Nessuno è al sicuro (Daniel Espinosa, 2012). Nel 2014 ha recitato il suo primo ruolo da protagonista ad Hollywood, quello di Alex James Murphy / RoboCop in RoboCop (di José Padilha), remake dell’omonimo cult del 1987 di Paul Verhoeven. Nel 2015 è apparso in Knight of Cups (di Terrence Malick) ed ha avuto ruoli primari nei thriller Run All Night – Una notte per sopravvivere (di Jaume Collet-Serra) e Child 44 – Il bambino n. 44 (di Daniel Espinosa). Nel 2016 Joel ha poi interpretato Rick Flag Jr. nell’adattamento cinematografico del fumetto targato DC Comics Suicide Squad, diretto da David Ayer.

Infine di recente lo abbiamo potuto vedere al cinema col ruolo di protagonista del thriller di Andrea Di Stefano The Informer – Tre secondi per sopravvivere, e prossimamente lo vedremo in sala nel dramma criminale di Jérémie Guez The Sound of Philadelphia e nel thriller postbellico di Yuval Adler The Secrets We Keep.

Joel Kinnaman e le serie televisive : The Killing, House of Cards, Altered Carbon, Hanna e For All Mankind

Joel si sta rendendo protagonista anche di un’avvincente carriera televisiva, tanti sono infatti i ruoli importanti sin qui ottenuti. Proprio sul piccolo schermo Kinnaman ha iniziato la sua carriera di attore da bambino nel 1990, recitando nel ruolo di Felix Lundström in 22 episodi della soap opera svedese Storstad. In seguito, ormai in via di affermazione anche negli USA, dal 2011 al 2014 è stato il co-protagonista detective Stephen Holder nella famosa serie televisiva The Killing (4 stagioni da 44 episodi totali).

Nel biennio 2016-17 ha recitato nelle stagioni 4 e 5 di House of Cards – Gli intrighi del potere col ruolo del governatore Will Conway, candidato alla presidenza per il Partito Repubblicano (antagonista quindi del Frank Underwood interpretato da Kevin Spacey), prendendo parte ad un totale di 15 episodi. Nel 2018 è stato il protagonista, Takeshi Kovacs, della prima stagione (da 10 episodi) della serie Netflix di genere fantascienza Altered Carbon.

Dal 2019 è tra i protagonisti (col ruolo di Erik Heller) della serie Amazon Prime Video Hanna, alla cui prima stagione da 8 episodi ne seguirà una seconda che verrà distribuita nel corso del 2020; e sempre dal 2019 interpreta anche Edward Baldwin nella serie fantascienza di Ronald D. Moore For All Mankind, resa disponibile lo scorso primo novembre come parte della programmazione originale sul servizio di streaming di Apple, Apple TV+.

Buon compleanno Joel!

Commenti