Diavoli episodi 5 e 6: Massimo come Lucifero, dal paradiso all’inferno

0
1159
Diavoli_episodi_5_6
Gli episodi 5 e 6 di Diavoli, fuori il 1 maggio su Sky Atlantic

Il rapporto tra Dominic e Massimo è arrivato al punto di svolta, vittima di un tradimento paragonabile a quello di Lucifero e Dio, dove l’angelo più amato viene cacciato dal Paradiso a seguito di un torto. Un paragone che lo stesso Massimo lascia intuire dalle prime battute del quinto episodio.

Episodio 5: Massimo e Dominic tra passato e presente

L’episodio numero 5 è una sorta di ritorno al passato, un alternare il racconto tra 2008 e 2011, tra una crisi finanziaria e una personale. Cinquanta minuti destinati al semplice racconto, in cui a prevalere è la narrazione non più la struttura macchinosa e intrigante dell’inizio.

I primi minuti anticipano non solo il rapporto tra Massimo e Dominic, ma anche quello tra questo e il figlio. In televisione intanto passano le notizie sullo scoppio della guerra in Afghanistan, quello stesso combattimentimento che si poterà via John, l’unico erede di Nina e Dominic. E’ il 2008, il ragazzo è in procinto di arruolarsi, mentre Massimo, ancora agli inizi della sua carriera, è sull’orlo di una crisi matrimoniale.

Le due storie sembrano unirsi sotto molti aspetti. L’amore per un lavoro grande a tal punto da rovinare qualsiasi tipo di relazione, con la moglie e con il figlio, mai ritenuto all’altezza del suo ruolo. Massimo e Dominic sono diversi solo all’apparenza, corrosi da un desiderio cieco di potere che li trasformerà in veri sicari dell’economia, come li descriverà Daniel Duval, ex finanziario e attuale capo del movimento Subterranea.

Ma nel primo capitolo è interessante anche la struttura stessa dell’episodio. Iniziato sul racconto della leggenda di Lucifero, attraverso inquadrature nascoste la camera riprende la conversazione tra Massimo e Sofia, quasi come se non dovesse far parte di quel racconto, quasi come se quella relazione non dovesse essere vista. E proprio in questo modo si conclude. Ora Massimo e Dominic si affrontano sullo stesso piano, senza ulteriori segreti. Le carte sono state scoperte: è uscito sotto il sole il tradimento con Nina, la manomissione del var e i segreti sull’ex moglie di Massimo. Ora quella leggenda su Lucifero ha un altro valore e un altro significato: è lui l’angelo a cui Dominic voleva così tanto bene e che ora è stato cacciato all’inferno. E come all’inizio, la storia si conclude con l’incontro, ancora clandestino, tra Massimo e Sofia, non più nascosti in un’inquadratura ma ripresi dal computer della ragazza.

Episodio 6: PIIGS e Subterranea

Insomma, se nel quinto capitolo si lasciava spazio al romanzo anziché ai numeri, con qualche disgressione in merito alla crisi dei mutui immobiliari del 2008, il sesto episodio torna ad avere quelle caratteristiche meccaniche dei primi episodi. Mentre Dominic rimescola le carte in tavola declassando Massimo a favore di Paul, rientrato a lavorare in Banca, l’italiano torna prepotente alla ricerca della verità in merito all’omicidio di Ed.

Per farlo entrerà in rapporti sempre più intimi con Sofia, fino a scoprirne il passato. La scorsa settimana, negli episodi 3 e 4, si faceva maggiore chiarezza in merito alla storia della ragazza, rimasta sola dopo aver perso anche il fratello durante la crisi di inizio 2000 al Banco de Rosa. In quel periodo a godere del fallimento delle banche argentine c’erano Massimo e la sua squadra, che avevano approfittato della crisi sudamericana per far guadagnare milioni all’American New York – London Bank. Il senso di colpa per quanto accaduto farà rinascere quell’umanità che si nasconde dentro Massimo salvando Sofia da una trappola che lui stesso le aveva teso.

Infatti, per ottenere le carte di Edward Stewart e capire il motivo del suo assassinio, Massimo scende a patti con la polizia offrendo in cambio dei documenti il capo di Subterranea, Daniel Duval, ricercato dalle forze di sicurezza inglesi, e indirettamente anche Sofia, sua collaboratrice. La sua relazione con la ragazza sembra fatta di costanti alti e bassi, fatta di piacere e guadagno, ma per quanto Massimo si comporti male con lei, Sofia è sempre pronta a tornare, e questa volta lo farà con i documenti di Ed rubati alla polizia.

A fare da sfondo a questo capitolo i cosiddetti PIIGS, un acrononimo utilizzato dai giornali economisti per definire quegli stati (Portogallo, Italia, Grecia e Spagna) accomunati da una situazione economica negativa. Dal 2010 venne aggiunta anche l’Irlanda, da qua la doppia I. Nella serie tale acronimo viene attribuito alla mente di Oliver Harris, il ragazzo che Massimo ha preso sotto la sua ala e che Dominic sta provando a salvare dalla galera dopo aver manomesso il var nell’episodio precedente.

Commenti