Debussy: il compositore dell’Impressionismo musicale

0
679
Debussy
Debussy

Il 22 agosto del 1862 acque uno dei più famosi compositori e pianisti francesi: Claude Debussy. Il simbolismo musicale vede in lui un talento fuori dal comune. Venne anche considerato, nonostante lo stesso pianista neghi questa sua appartenenza, uno dei pionieri dell’impressionismo musicale.

Cosa era l’Impressionismo musicale di Debussy?

I pittori impressionisti davano una notevole importanza al colore come fulcro della loro arte. In ambito musicale, invece, il timbro diventa il colore dei compositori. È attraverso questo timbro che loro si esprimono. Gli strumenti sono spinti verso la loro massima estensione e le sonorità sono leggere , sfumate e trasparenti. Lo stesso Debussy richiama una tradizione quasi medioevale, orientale:atmosfere sognanti e indefinibili. Ciò che questa forma invece rifiuta è la tradizione della musica classica: la sonata, la sinfonia e i concerti.

Lo stile

Ovviamente Debussy ricevette una serie di influenze importanti sia nazionali che internazionali. Si allontanò dalla musica di Wagner perché non riteneva potesse  essere una vera innovazione nonostante il suo discorso musicale fosse aperto e continuo. In Debussy è più accennato il discorso relativo alla scala esatonale, in cui i rapporti tra tono e semitono vengono meno. Il simbolismo è essenziale ma non possiamo dimenticarci che il compositore scriveva per una necessità di espressione personale. Nonostante questo, simmetria e aritmetica sono presenti e calcolate.

La vita movimentata di Debussy

Questa è la giusta descrizione per la vita di Debussy. I viaggi, gli amori, il fidanzamento con Gabrielle Dupont finito per l’infedeltà del musicista e la continua mancanza di denaro. Il matrimonio con Rosalie Texier, Lily, che sfociò in seguito in insofferenza da parte del compositore a causa della limitazione intellettuale e alla scarsa cultura musicale della ragazza. Conobbe in seguito Emma Bardac. Lily, per la disperazione, tentò di suicidarsi, come aveva fatto Gabrielle prima di lei. Questi fatti portarono gli amici ad allontanarsi dal compositore.

Gli ultimi anni

Egli morì nel 1918 di cancro. I suoi ultimi concerti furono eseguiti nel 1917 poiché già dal 1915 la malattia iniziò a consumarlo. La fine della prima guerra mondiale segnerà anche la fine della Belle Époque: nuovi stili di vita, nuova arte e nuova musica invaderanno Parigi ma Claude Debussy e la sua arte non feroce in tempo a vederli.

Commenti