Debbie Gibson: una teenager da record

0
130
Debbie Gibson

È il 1987 quando Debbie Gibson diventa la prima teenager a produrre da sé un brano di successo.

Chi è Debbie Gibson?

Debbie Gibson è un talento precoce: a soli 17 anni scrive, produce e registra il singolo Foolish Beat. Il brano raggiunge la prima posizione della Billboard Hot 100. Doug Breitbart, produttore discografico, nota il potenziale della giovane Debbie e decide di scommettere sul suo talento: nasce così l’album Out of the Blue. È il 1987 e Debbie si ritrova catapultata di colpo nel glorioso mondo della showbiz. Un mondo fatto di produttori in giacca e cravatta che sorridono all’idea di una teenager che scrive canzoni. Foolish Beat è un successo, d’accordo, ma per questi signori si tratta di un fortunato giro di giostra. Il prossimo brano e quello dopo ancora non avranno lo stesso impatto. Debbie li smentisce con Out of the Blue e cavalca l’onda del successo partecipando a diversi spettacoli di Broadway e a film di successo come Grease e Chicago.

Debbie Gibson: una teenager che parla ai teenagers

Forse l’industria musicale e i suoi produttori pensavano che i teenagers non avessero molto da dire. O, peggio ancora, che ce l’avessero ma fosse più che altro un piagnisteo che nessuno avrebbe voluto ascoltare. Debbie Gibson dimostra a quei produttori strizzati in abiti firmati che si sbagliano, e che la maturità non è solo una questione anagrafica. La Debbie di Out of the Blue ha tante cose da dire e i teenagers vogliono ascoltarle. E vogliono ascoltarle perché Debbie non si sofferma alla cotta per il capitano della squadra di football. La sua scrittura si inerpica fiduciosa lungo sentieri meno battuti, alla ricerca di una prospettiva diversa e più intima. In questo senso, il testo di Foolish Beat è un buon indicatore.

Foolish Beat

There was a time when broken hearts and broken dreams were over”. Comincia così Foolish Beat. Leggendo il testo viene subito da chiedersi quanti sogni infranti e delusioni amorose possa collezionare una diciassettenne. Eppure Debbie Gibson sembra consapevole e il suo linguaggio fa breccia nell’animo dei teenagers. Questo è uno dei segreti del suo successo. Debbie parla ai teenagers e crea un cerchio della fiducia nel quale tutti sono liberi di confessarsi. Lei è la portavoce di una generazione che nessuno vuole ascoltare. I discografici che la osteggiano capiscono di aver sbagliato: Debbie ha tanto da dire e la sua comunicazione funziona.

Debbie Gibson oggi

“Non mi sono mai sposata”, dice in un’intervista rilasciata a Rolling Stone. “Non ho figli. Vivo in una sorta di blocco dello sviluppo. Una posizione interessante da cui scrivere canzoni”. Quella del 2021 è una Debbie Gibson 50enne, ma i suoi occhi sono quelli della diciassettenne che scrisse Foolish Beat. Scrive ancora canzoni e in ognuna di esse possiamo ritrovare la spensieratezza di quella fiduciosa teenager.

Commenti