Dave Chappelle chiude il Tribeca Festival con un concerto

0
175
Dave Chappelle

Dave Chappelle: il Tribeca Festival, il primo festival cinematografico in persona negli Stati Uniti dalla pandemia, ha chiuso la sua ventesima edizione con un tributo a una piccola cittadina del Midwest.

Cosa hanno fatto Julia Reichert e Steven Bognar?

I registi Julia Reichert e Steven Bognar, i vincitori dell’Oscar dietro “American Factory”, sono saliti sul palco dell’iconica Radio City Music Hall di New York per presentare il loro nuovo documentario.

Dave Chappelle

“Viviamo in una piccola città dell’Ohio”, ha detto Bognar ai quasi 6.000 spettatori presenti. “Abbiamo un vicino. Si chiama Dave. Lo sembriamo al supermercato.” Quel Dave, ovviamente, è Dave Chappelle. Come raccontano Reichert e Bognar, il comico è apparso sulla soglia di casa circa un anno fa per vedere se i registi fossero interessati a documentare il suo esperimento per riportare con attenzione gli eventi dal vivo durante la quarantena.

50 spettacoli comici

“Ho letteralmente bussato alla loro porta nello stesso modo in cui fanno i neri quando fanno i barbecue”, ha detto Chappelle al pubblico. “‘Ehi, sto facendo un barbecue. Posso prendere in prestito degli hotdog, vicino?'” Gli sforzi di Chappelle, inizialmente destinati a essere un evento lungo un fine settimana, hanno portato a oltre 50 spettacoli comici all’aperto e socialmente distanziati durante l’estate nella città di provincia di Yellow Springs.

Jane Rosenthal

La direttrice del Tribeca Festival Jane Rosenthal, sfoggiando i suoi caratteristici occhiali da sole color blu in casa mentre l’orologio ticchettava dopo le 8 di sera, l’ha definita una “esaltante” fine dell’evento di 12 giorni. “È la prima volta che siamo al chiuso al Radio City in 18 mesi e siamo a pieno regime”, ha detto a Variety. “Ne abbiamo passate tutte tante. Vedere le persone e sentire le persone di persona è fantastico”.

Le star

Un certo numero di volti famosi ha camminato sul tappeto rosso prima dello spettacolo, tra cui Sharon Stone, Zoe Kravitz, Anthony Anderson e Jeremy O. Harris. Per molte star, è stato il loro primo incontro di persona in molti, molti mesi.

Il concerto di Dave Chappelle

Dopo i titoli di coda, Chappelle ha riflettuto sulla devastazione del COVID-19 e ha elogiato la resilienza di New York City. “Ho guidato in giro oggi”, ha riff. “Sono rimasto scioccato nel vedere le strade di nuovo piene. Le persone vivono la loro vita e fanno pipì, come fanno in estate”. Su una nota più seria, ha detto: “Sono così grato che siamo tutti sopravvissuti a questo, e mi dispiace così tanto per chiunque di voi abbia perso qualcuno o abbia perso qualcosa a causa di questa pandemia. Ma amico, alziamoci. Alziamoci.» E con ciò, ha dato il via a un concerto a sorpresa di 30 minuti, presentato dal DJ Clark Kent – un saluto all’area dei tre stati con esibizioni di nativi come Fat Joe, Q-Tip, A$AP Ferg, Ghostface Killah e De L’Anima.

Commenti