D’amore e D’anarchia: Recensione, Trama, Cast

Nel 1973 usciva nei cinema il film D'amore e D'anarchia.

0
422
d'amore e d'anarchia

Nel 1973 usciva nei Cinema il film comico D’amore e D’anarchia, diretto dalla Regista Lina Wertmüller.

Il film è stato presentato in concorso al 26 Festival di Cannes (1973) dove Giancarlo Giannini ha ricevuto un premio come Miglior Attore.

Lina Polito invece ha vinto il Nastro D’argento come miglior Attrice esordiente nel 1974.

Leggi anche: Travolti da un insolito destino: Recensione, Trama, Cast

D’amore e D’anarchia: Film

Il film si svolge negli anni Trenta tra Lombardia e Roma, durante la dittatura fascista agli ordini di Benito Mussolini.

Siamo nel pieno della Seconda Guerra Mondiale, e il popolo vorrebbe liberarsi del dittatore anche a costo della propria vita.

Infatti il protagonista Giannini ha il compito di uccidere il Duce, l’impresa si rivelerà più difficile del previsto.

I carabinieri hanno ucciso un suo amico anarchico e per questo che lui non vede di buon occhio i militari.

Nella capitale conosce una prostituta che lo ospita nella sua casa di “lavoro”, e durante questi giorni si innamora di un’altra prostituta chiamata Tripolina.

La ragazza che lo ospita lo spaccia per il suo cugino, e gli evita ritorsioni e pericolosi incontri che potrebbero metterlo in difficoltà.

Ma il giorno dell’attentato Tripolina non sveglia il suo uomo, e così Giannini spara alla polizia, ma viene arrestato e ucciso in carcere.

Il Duce aveva emesso la sentenza su di lui, per questo non aveva scampo, sarebbe morto comunque per aver anche solo osato pensare di ucciderlo.

D’amore e D’anarchia: Trama

Agli inizi degli anni Trenta, un giovane contadino della bassa lombarda, Antonio Soffiantini, detto Tunin, ha perduto un amico anarchico, ucciso dai carabinieri.

Per qualche tempo ha vissuto fra i fuoriusciti italiani in Francia, e va a Roma per uccidere il Duce.

Nella capitale, egli prende contatto con una prostituta, Salomè, già compagna dell’anarchico Anteo Zamboni, la quale lo ospita, spacciandolo per cugino, nella “casa” in cui “lavora”.

Per preparare l’attentato, i due sfruttano le informazioni di Giacinto Spatoletti, un rozzo gerarca fascista dei servizi di sicurezza.

Nell’attesa di quel giorno, Tunin s’innamora, ricambiato, di un’altra “pensionante”, la bella Tripolina (Mariangela Melato), alla quale rivela il motivo che l’ha condotto a Roma.

Giunge, infine, il momento dell’attentato; ma colte l’una da tenerezza, l’altra da pietà, la Tripolina e Salomè non svegliano in tempo Tunin.

Sentendosi tradito, il giovane perde il lume dell’intelletto e spara sui carabinieri in visita d’ufficio alla “casa”, quindi scappa, ma viene preso e finisce nelle mani di Spatoletti.

Pestato dai suoi sgherri, Tunin muore in carcere; ma la sua fine, per volontà del Duce, viene spacciata per un suicidio.

D’amore e D’anarchia: Cast

Giancarlo Giannini

Mariangela Melato

Eros Pagni

Anna Bonaiuto

Giuliana Calandra

Pina Cei

Isa Danieli

Elena Fiore

Lina Polito

Maria Sciacca

Isa Bellini

Se volete vedere il film sintonizzatevi stasera 14 Agosto su Rete 4 alle 23:54.

Vi lascio al trailer del film, buona visione.

Commenti