Cyborg e Ti Levo Le Collane, doppio video di Gué Pequeno

0
321
Cyborg Ti Levo le Collane compaiono nell'album Mr. Fini

Uno dei trapper più amati d’Italia sta attraversando un periodo di successo e cavalca l’onda a tutta forza. Gué Pequeno fa il grande salto con il doppio video di Cyborg e Ti Levo Le Collane.

Gué Pequeno alla carica

Il ritorno di Gue Pequeno sta andando a gonfie vele. La moda lanciata da Post Malone e le sue musiche melanconiche si adattano alla perfezione al suo stile di rap edonista. Una naturale evoluzione della sua carriera che si concretizza nell’album Mr. Fini, e nei suoi singoli. L’album da solo aveva saputo far parlare di sé, classificandosi in prima posizione nella classifica italiana FIMI – settimo album di Guè, peraltro, a ottenere una tale posizione. Poi i singoli: Chico ha fatto il botto, grazie all’orecchiabile ritornello di Rose Villain e il pizzico di angoscia nel testo che lo rende facilmente inteso. Così Pequeno continua a cavalcarne l’ondata e decide di fare il botto com un doppio video. Si possono trovare, sentire e guardare sul suo canale, in un’unica esperienza visiva, due dei suoi singoli: Cyborg e Ti Levo Le Collane. Il video, prodotto da Borotalco Tv, vede alla regia Damn Films.

Cyborg e Ti Levo Le Collane, la recensione

Se c’è qualcosa che a Gue Pequeno non si può assolutamente sindacare sono le scelte estetiche. Cyborg e Ti Levo Le Collane ne sono un’altra prova, sin dalle bozze. Una canzone intitolata Cyborg non poteva non sfoggiare un’estetica futuristica, e Gue e compagni vi si lanciano di testa riempiendo ogni angolo di luci al neon. Pregevole l’effetto dei fulmini che accompagnano la voce profonda del rapper. Ha toni caldi e rochi, un po’ alla Rick Ross, che si abbinano magnificamente alla base potente e carica di bassi. Sono tutti gli stilemi di Guè Pequeno, che evolvono con lui assieme alla sua musica. L’ex ragazzaccio dei Club Dogo è diventato un signore, che posa in completi di marca e in appartamenti di lusso anziché in felpe oversize e cappelli con la visiera. Anche la musica lo riflette, e Cyborg si fa per lo meno notare per l’elettronica imperante che offre uno spunto particolare ad argomenti e scenari già conosciuti.

L’atmosfera cambia completamente all’inizio di Ti Levo Le Collane. I colori si fanno spenti, le immagini si addensano, i contorni diventano fumosi. Il tono della canzone stessa cambia diametralmente, passando dalla vanteria e la seduzione a un linguaggio e un atteggiamento più di minaccia. Il levare delle collane, la spoliazione dello status symbol, è un attacco ai nemici semplice ma simbolico. Mentre Geolier compariva in Cyborg, per Ti Levo Le Collane Gué si serve della collaborazione del collega Paky. Nel video, l’elemento meno interessante è il setting nella cabina nebulosa riempita di catene, un elemento anche discreto ma troppo inflazionato per funzionare come di dovere. Funziona invece meglio la ripresa all’aperto, soprattutto grazie all’elicottero sullo sfondo. 

Mr. Fini è in ascesa, e continuerà a salire, perché Gué Pequeno ha capito bene come tirarlo su. Sa sfoggiare la sua personalità e il suo appeal come marchio di fabbrica del rap italiano, e non gli serve altro per farsi seguire. Cyborg e Ti Levo Le Collane funzionano così, nel loro universo di trap, catene e fumi, e non devono essere più che quello.  

Commenti