Cult: i 15 film simbolo degli anni 90

Da Matrix a Schindler's List, gli indimenticabili di fine secolo

0
7894

Cosa intendiamo con il termine Cult? Il cult è quel prodotto culturale in grado di assumere un valore simbolico e sociale talmente forte da rientrare nella cultura di massa. Nel corso della storia del cinema abbiamo avuto centinaia di film cult che hanno segnato non solo la produzione cinematografica, ma la produzione culturale nel suo insieme. Nel caso di queste pellicole, non mettiamo in discussione la qualità del prodotto ma l’ impatto che questo ha avuto sulla società. Film come Star Wars, Indiana Jones o anche un più ricercato Io e Annie, sono diventati delle vere pietre miliari anche solo per la nuova idea di cinema che volevano trasmettere.

Battute, inquadrature, una caratterizzazione di un personaggio, è questo che rende un film un cult generazionale senza precedenti. Ovviamente ogni Cult è riconducibile all’espressione di un periodo storico o ad un particolare cambiamento sociale. Film in cui il pubblico si riconosce anche solo attraverso una semplice battuta.

Gli anni 90, forse, è il periodo in cui sono stati prodotti più film che sono diventati delle vere e proprie pietre miliari per quella generazione e per quelle successive. Ancora oggi, i nati dopo il 2000, riconoscono la grandezza e il valore sociale di alcune particolari pellicole. E’ proprio per questo motivo che abbiamo deciso di raccontarsi in un percorso di generi e titoli iconici,quelli che per noi sono i 15 film cult simbolo degli anni 90.

Schindler’s List (1993)

Schindler's List film in bianco e nero del 1993
Una scena di Schindler’s List

Il mastodontico film di Steven Spielberg fu scritto, diretto ed interpretato con l’obiettivo di essere un capolavoro. Capolavoro come simbolo di memoria, come documento e come espressione del cinema. Non si è mai avuta una pellicola nella storia del cinema in grado di trasmettere in maniera così cruda, veritiera e senza scrupoli il dolore del più grande crimine contro l’ umanità mai commesso. Le interpretazioni indimenticabili di Liam Neeson, Ralph Fiennes e Ben Kingsley ci mostrano tutta la follia, la sofferenza e l’ irragionevolezza delle deportazioni ebree durante la seconda guerra mondiale. La regia, la fotografia in bianco e nero ci catapulta in una realtà e una sofferenza che tutti dovremmo imparare a capire.

“Chi salva una vita, salva il mondo intero” Itzhak Stern (Ben Kingsley)

Pulp Fiction (1994)

Una scena di danza di del film Pulp fiction del 1994
Scena di Pulp Fiction

Chi non ha visto almeno una volta nella vita la celebre scena del twist tra John Travolta ed Uma Thurman? Probabilmente nessuno. Pulp Fiction fu la consacrazione definitiva di un regista rivoluzionario che tutt’ora, dopo 26 anni è in grado di attrarre pubblico al cinema. L’iconico film di Quentin Tarantino, è stato non solo la sua consacrazione come regista ma anche un ritorno ai grandi ruoli di tutto rispetto per John Travolta. Battute e scene entrate in pochissimo tempo nella storia del cinema e la rinascita di un genere come il pulp hanno fatto da traino per un film diventato iconico subito dopo la sua uscita nel 1994.

“La verità è che tu sei debole. E io sono la tirannia degli uomini malvagi. Ma io mi sforzo, faccio del mio meglio per essere un pastore.” Jules Winnfield (Samuel L Jackson)

Pretty Woman (1990)

Una giovanissima Julia Roberts in Pretty Woman film del 1990
Una giovanissima Julia Roberts in Pretty Woman

Una commedia romantica che non ha bisogno di alcun tipo di presentazioni. E’ la mamma (insieme ad Harry ti Presento Sally) delle commedie romantiche. Richard Gere ed una giovanissima Julia Roberts interpretano una delle coppie più invidiate,romantiche e famose della storia del cinema. Gary Marshall porta sullo schermo uno dei film simbolo degli anni 90, ed una delle commedie più genuinamente divertenti e belle mai fatte. Chi non ricorda l’ indimenticabile colonna sonora di Roy Oribison? Tutt’ora, dopo 30 anni, Pretty Woman rimane una delle commedie con gli incassi più alti della storia e una delle più trasmesse dalle emittenti di tutto il mondo.

“Gioia sarò tanto carina con te che non mi vorrai lasciare andare mai più” Vivian Ward (Julia Roberts)

Il Silenzio degli Innocenti (1991)

Jodie Foster ed Anthony Hopkins in una scena de Il Silenzio degli Innocenti film del 1991
Jodie Foster ed Anthony Hopkins in una scena de Il Silenzio degli Innocenti

Tra i pochi film della storia del cinema ad aver vinto per la categoria miglior film, miglior attore, miglior attrice, miglior sceneggiatura e miglior regia è un capolavoro senza precedenti. Incentrato su degli omicidi di Buffalo Bill, il film ha il suo centro nell’incontro iconico tra la giovane detective dell’FBI interpretata da Jodie Foster e il serial Killer Hannibal Lecter magistralmente interpretato da Anthony Hopkins. La pellicola è un thriller/ horror in grado di inquietare e tenere col fiato sospeso fino all’ultimo secondo. Le memorabili interpretazioni dei protagonisti hanno aiutato a rendere la pellicola una delle più iconiche ed indimenticabili degli anni 90.

“Uno che faceva un censimento una volta tentò di interrogarmi. Mi mangiai il suo fegato con un bel piatto di fave e un buon Chianti” Hannibal Lecter (Anthony Hopkins)

Forrest Gump (1994)

Una scena di Forrest Gump film del 1994
Una scena di Forrest Gump

Nello stesso anno dell’ uscita nelle sale di Pulp Fiction, nei cinema arrivava Forrest Gump, un giovane con problemi d’autismo, che alla fermata del pullman di Savannah raccontava ad una sconosciuta la sua incredibile storia. Il film di Robert Zemeckis è riuscito attraverso gli occhi del buono ed ingenuo Forrest a raccontare la storia del 900 in maniera semplice e coinvolgente. Lo spettatore lega con il protagonista talmente tanto da arrivare ad immedesimarsi nella sua storia a provare le sue emozioni. Sotto questo punto di vista ha contribuito non solo una incredibile sceneggiatura ma anche l’ indimenticabile interpretazione di Tom Hanks capace di donare una dolcezza quasi fanciullesca al personaggio. Amore, guerra, malattia, Forrest Gump è un contenitore di emozioni, sentimenti e sensazioni sempre e comunque attuali.

 “Mamma diceva sempre: la vita è uguale a una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita!” Forrest Gump (Tom Hanks)

Quei Bravi Ragazzi (1990)

Poster di Quei Bravi Ragazzi film del 1990
Poster di Quei Bravi Ragazzi

Martin Scorsese ci racconta le origini, l’ascesa e la caduta di un giovane gangster italo irlandese della mafia Newyorkese. Una storia di mafia vista da un’ ottica totalmente nuova, che si rifà in alcuni elementi persino al documentario. A differenza dei gangster movie visti fino a quel momento, il protagonista non è un pezzo grosso della malavita. Scorsese ci regala un cult immortale nel suo modo di trattare una storia di mafia e nel modo di tratteggiare i personaggi. Più che il protagonista, a rimanere impressi nella mente dello spettatore sono i due coprotagonisti interpretati da Joe Pesci e Robert De Niro. Con la loro follia e il loro essere totalmente fuori scala, in un certo senso, quasi grotteschi. Il regista italoamericano ci regala il suo miglior film dai tempi di Toro Scatenato e uno dei gangster movie meglio riusciti del secolo(con buona pace di Francis Ford Coppola). 

“Eravamo Bravi ragazzi, ragazzi svegli” Henry Hill (Ray Liotta)

Jurassic Park (1993)

Una scena di Jurassic Park film del 1993
Una scena di Jurassic Park

Jurassic Park fu una vera e propria rivoluzione. Rivoluzione dal punto di vista tecnico, ma soprattutto del modo in cui il cinema veniva visto fino a quel momento. Steven Spielberg si prende il carico di essere il traghettatore di un modo di fare cinema che ormai dilaga nelle sale e negli studi cinematografici di tutto il mondo. Senza Jurassic Park, saghe come Avengers, Il Signore degli Anelli, Lo Hobbit, Harry Potter probabilmente non sarebbero mai esistite. Il rinnovamento tecnologico proposto da Spielberg con questa pellicola (poi diventata saga) è stato fondamentale per far fare un salto di qualità ad una Hollywood ancora fossilizzata sui metodi tradizionali.

“Dio crea i dinosauri, Dio distrugge i dinosauri, Dio crea l’uomo, l’uomo distrugge Dio, l’uomo crea i dinosauri.” Ian Malcolm (Jeff Goldblum)

Il re Leone (1994)

Scena del re leone film di animazione del 1994
Una scena del film

Il Re Leone, è il simbolo della rinascita. La rinascita di una Disney che sembrava non avesse più niente da dire. La nuova Disney quella in grado di portare sul grande schermo un capolavoro di animazione come Il Re Leone. Liberamente ispirato alle tragedie di Shakespeare, la pellicola è adatta ad un pubblico di tutte le età ed capace di insegnare ad un pubblico di tutte le età. Insegna la morte, la responsabilità, il credere in sé e nelle proprie potenzialità. Ancora oggi, dopo un live action e 26 anni dopo, Il re Leone risulta essere uno dei cartoni disney più visti ed amati della storia del cinema. Un capolavoro che va oltre il semplice film per bambini.

Simba, lascia che ti dica una cosa che mio padre disse a me. Guarda le stelle. I grandi Re del passato ci guardano da quelle stelle.Mufasa (voce italiana Vittorio Gassman)

Fight Club (1999)

Scena del film fight club del 1999
Brad Pitt e Edward Norton in una scena del film

21 anni fa, David Fincher decideva di rompere ogni tipo di regola, limitazione, schema. Fight Club va oltre il cult, oltre l’idea stessa di film. E’ un cambiamento generazionale. Una fortissima critica a i cambiamenti della società e alla deriva che il mondo stava prendendo. Creato con l’obiettivo di suscitare polemiche, la pellicola di David Fincher, sembra voler puntare tutto su un machismo totale, sul nichilismo e su una nuova definizione di violenza. L’ideologia che il regista vuole imporre dietro al fim, sembra voler cercare un confronto in un continuo muoversi di idee e suggestioni. Brad Pitt ed Edward Norton sono totalmente complementari ed in grado di spalleggiarsi in modo perfetto. Sembrano quasi la stessa persona.

Siamo una generazione di uomini cresciuti dalle donne. Mi chiedo se un’altra donna è veramente quello che ci serve! Tyler Durden

Titanic (1997)

Scena del film ‘Titanic’

Film che ha definitivamente lanciato nel firmamento di Hollywood stelle come Leonardo DiCaprio e Kate Winslet, è la definizione stessa di cult. Tra i film che hanno incassato di più nella storia del cinema, Titanic è la ricostruzione del naufragio del celebre transatlantico intrecciato con una delle storie d’amore più romantiche e sfortunate di sempre. Vincitore di Ben 11 premi Oscar,l la colossale opera di James Cameron è stata capace di inserirsi nella cultura di massa come nessun film ha mai fatto. Al terzo posto tra gli incassi più alti di tutti i tempi, è stato sorpassato da Avatar nel 2010 e da Avengers Endgame nel 2019.

 “Secondo me la vita è un dono, non ho intenzione di sprecarla. Non sai mai quali carte ti capiteranno nella prossima mano. Impari ad accettare la vita come viene. […] Così ogni singolo giorno ha il suo valore.Jack Dawson (Leonardo DiCaprio)

Philadelphia (1993)

Poster del film del 1993
Poster del film

Di nuovo Jonathan Demme, di nuovo Tom Hanks nella più grande interpretazione della sua carriera. Costruito per essere d’ impatto e colpire come un pugno in pieno stomaco, Philadelphia è la storia di un giovane e talentuoso avvocato licenziato dal suo studio poichè malato di Aids. Deciderà di rivolgersi ad un collega che lo aiuterà nella sua battaglia. Il film ti fa capire e percepire il decadimento, il dolore e la sofferenza di una malattia che all’epoca sembrava una condanna a morte. Una vittoria, ma condita da una malattia che consumava il protagonista che vediamo man mano diventare sempre di più il fantasma di sè stesso. Oltre ad avere un impareggiabile Tom Hanks nel film abbiamo un incredibile Denzel Washington, spalla del protagonista per tutto il film.

“Questa è l’essenza della discriminazione: il formulare opinioni sugli altri non basate sui loro meriti individuali, quanto alla loro appartenenza ad un gruppo con presunte caratteristiche.” Joe Miller (Denzel Washington)

Trainspotting (1996)

I Protagonisti di Trainspotting

Sicuramente uno dei film più folli e sopra le righe presenti in questa lista. Trainspotting è un perenne delirio che segue il tentativo di Mark Renton e dei suo gruppo di amici di trattenersi dalla continua tentazione delle droghe. Il film, come ogni film di Danny Boyle, è totalmente fuori dal comune, per fotografia, regia, i colori usati, per sceneggiatura. Partito come una produzione indie, la pellicola è diventata un vero cult di genere con il passare degli anni, tanto da permettere la produzione di un sequel nel 2017. Trainspotting è stato, inoltre, il trampolino di lancio per un attore del calibro di Ewan McGregor, divenuto poi celebre per il ruolo di Obi Wan Kenobi nella saga di Star Wars.

“Scegliete un futuro; scegliete la vita. Ma perché dovrei fare una cosa così? Io ho scelto di non scegliere la vita: ho scelto qualcos’altro. Le ragioni? Non ci sono ragioni. ” Mark Renton (Ewan McGregor)

Paura e Delirio a Las Vegas (1998)

Benicio Del Toro, Johnny Depp e Tobey Maguire in una scena del film

Caleidoscopico ed allucinogeno quanto Trainspotting, Paura e Delirio a Las Vegas è la trasposizione cinematografica del delirante viaggio di un eccentrico giornalista e un folle avvocato. Il tutto è condito dall’incredibile quanto folle regia di Terry Gilliam che cerca di far vivere allo spettatore le stesse sensazioni dei protagonisti attraverso effetti continui di dissolvenza e deformazione delle immagini. Johnny Depp e Benicio Del Toro sono un improbabile duo che ha a propria disposizione una scorta illimitata di droghe. Il viaggio allucinogeno che condividono e il modo in cui viene rappresentato tutto ciò rende Paura e delirio a Las Vegas il cult di un’ intera generazione.

“Ordina delle scarpe da golf, o non usciremo vivi da questo posto!” Raoul Duke (Johnny Depp)

Matrix (1999)

Poster film matrix del 1999
Il poster di Matrix

Il film di fantascienza per eccellenza. Con il suo modo rivoluzionario di veere gli effetti speciali e con una storia talmente contorta ed affascinante da appassionare chiunque, Matrix è un cult senza tempo. Un film che segue la logica dei computer,lega trame temporali, le slega, inserendosi in perfetto quadro di film action. Il Neo interpretato da Keanu Reeves è probabilmente uno dei personaggi più iconici ed indimenticabili del Novecento. Il grande uso degli effetti speciali, almeno per l’epoca, ha reso Matrix un’ apripista per i film di fantascienza che popolano le nostre sale dagli inizi del 2000. 

“Hai mai fatto un sogno tanto realistico da sembrarti vero? E se da un sogno così non ti dovessi più svegliare? Come potresti distinguere il mondo dei sogni da quello della realtà?” Morpheus (Laurence Fishburne)

Il grande Lebowski (1998)

Scena de ' il Grande Lebowski' film del 1998
Scena de ‘ il Grande Lebowski’

Terzo film indipendente della lista Il grande Lebowski è la consacrazione totale del duo dei fratelli Coen, geniali registi di pellicole come Il Grinta e Non è un paese per vecchi. Capolavoro leggero, profondamente ironico ed illogico dei Coen, all’epoca non ebbe grandi incassi al Box Office, a causa proprio dell’etichetta indipendente. Nonostante tutto nel corso degli anni il film ha saputo costruirsi un suo pubblico, composto principalmente da amanti del cinema dei Coen, ma soprattutto di cinefili accaniti. Il Drugo interpretato da Jeff Bridges è un personaggio originale, ironico e totalmente incapace di districarsi nelle situazioni che provoca una simpatia tale da renderlo immediatamente iconico.

” Drugo voleva solo il suo tappeto. Nessuna avidità. È che dava… un tono all’ambiente.” Drugo (Jeff Bridges)

Commenti