Counting Crows: il tanto atteso ritorno

0
537
Counting Crows

Dopo quasi 7 anni, i Counting Crows tornano a calcare la scena musicale con Elevator Boots, un brano country rock.

Chi sono i Counting Crows?

I Counting Crows sono un gruppo musicale statunitense formatosi nel 1991. Hanno riportato in auge il rock classico americano, caratteristico di gruppi degli anni ’70 come Creedence Clearwater Revival e The Band. La band diventa famosa dopo l’uscita del singolo Mr. Jones. Il nome della band è tratto da una filastrocca britannica, One for Sorrow, incentrata sulla superstiziosa conta delle gazze. La musica malinconica proposta fece breccia nei giovani che cercavano un’alternativa alle chitarre graffianti della scena musicale di Seattle. Arrivano anche ad esibirsi alla cerimonia di premiazione della Rock and Roll Hall of Fame, sostituendo i Van Halen che non parteciparono.

Counting Crows: lo stile

Lo stile dei Counting Crows deve molto allo stile personale di Adam Duritz, cantante del gruppo, spesso paragonato a quello di Van Morrison. Si uniscono l’organo gospel di Charlie Gillingham e i contrappunti chitarristici. I testi dei brani sono quasi tutti scritti da Duritz e narrano fatti di vita quotidiana ambientati nella provincia americana. August and Everything After, il primo album della band, è tutt’ora considerato uno dei migliori nel genere alternative rock degli anni ’90. I successivi lavori non riescono ad eguagliare l’esordio, e il gruppo scivola lentamente nel dimenticatoio. Bisogna aspettare il 2008 e l’album Saturday Nights & Sunday Mornings per ritrovare le sonorità degli esordi.

Butter Miracle, Suite One

Il 21 maggio uscirà Butter Miracle, Suite One, l’album che contiene il singolo Elevator Boots. La canzone racconta di un giovane musicista che viaggia con la propria band di città in città e conosce diverse donne. Il brano incarna è passionale e malinconico al tempo stesso: l’essenza dei primi Counting Crows che hanno conquistato i fan.

Commenti