Countdown: l’app horror che dovrebbe essere disinstallata

0
157

Lo smartphone causa un sacco di problemi sul grande schermo nel glitch horror Countdown, una versione di Halloween priva di trucchi, dolcetti e qualsiasi cosa anche vagamente vicina a un’idea originale.

Countdown: trama

Con una trama che prende spunto da una grande quantità di altri film horror, migliori, Countdown alla fine ha un debito sbalorditivo con il ferocemente efficace iniziatore del filone del momento della morte del 2000, Final Destination. Quasi due decenni dopo, alla presunzione di sapere quando una persona è destinata a morire, è stato dato un aggiornamento tecnologico con un’app che, una volta scaricata, dirà all’utente quanto tempo deve vivere. Dopo che l’infermiera Quinn (You’s Elizabeth Lail) incontra un paziente che la avverte delle conseguenze dell’app, decide irrazionalmente di scaricarla, solo per essere informata che le restano solo tre giorni. Inizialmente ignorando l’app come un brutto scherzo, è presto afflitta da visioni e inizia a rendersi conto che il tempo stringe davvero.

Un film dimenticato

Countdown è uno spreco, un film uscito sei giorni prima di Halloween presto dimenticato. Dato l’infinito afflusso di film horror di scarsa qualità, le aspettative non dovrebbero mai essere troppo alte. Combinando elementi di Final Destination con Ring, Countdown riesce a evitare con eleganza tutto ciò che riguarda quei due film che li hanno resi così tanto di successo. Uno dei tanti elementi terrificanti di Final Destination è stata la decisione di non personificare la morte. C’era qualcosa di così agghiacciante in una forza invisibile che costruiva scenari inevitabili, e il film si dilettava nel renderli il più sorprendenti e sadici possibile. In Countdown, abbiamo un demone ammantato così malamente portato in vita che sarebbe stato deriso da una festa di Halloween, e con la valutazione PG-13 del film, la morte è rapida, misericordiosa e goffamente modificata per placare i censori.

Il cast

Mentre Ring ha inviato la sua eroina in un viaggio avvincente per scoprire la fonte del terrore del film, con una trama che ha funzionato, Countdown accoppia Lail con Jordan Calloway di Riverdale e li trascina con una corsa poco coinvolgente e incoerente da un negozio di riparazioni di telefoni fino a una chiesa. I dettagli della trama non sono così specifici, e il film non è in grado di sostenere la sua premessa divertente con molte spiegazioni, anche se nel tentativo di farlo, tornando indietro attraverso la storia, c’è una certa ilarità involontaria.

Commenti