Codacons: l’associazione si scaglia contro Fedez

Questa volta nel mirino è il videoclip della canzone "Mille"

0
238
Codacons: l’associazione si scaglia contro Fedez

Ancora una volta l’associazione consumatori Codacons si è scagliata contro Fedez. Questa volta, nel mirino è il recente brano del rapper “Mille”, in particolare per il suo videoclip. In quest’ultimo, infatti, il Codacons ritiene che vi sia una pubblicità occulta a vantaggio della famosa bibita americana Coca Cola. È stato anche inviato un esposto all’Antitrust. La risposta di Fedez è arrivata tramite i social, dove tra foto e clip non manca l’ironia.

Perché il Codacons si scaglia contro Fedez?

Il Codacons si è scagliato nuovamente contro il cantante Fedez. Questa volta, sotto attacco è il brano Mille. Tale brano, realizzato dal rapper con Achille Lauro e Orietta Berti, è “accusato” di pubblicità occulta della Coca Cola.  Il Codacons ha infatti presentato all’Antitrust un esposto nel quale si richiede una sanzione del brano. L’associazione ha provveduto a presentare l’esposto anche all’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria. La sanzione si dovrebbe, a detta del Codacons, per “pubblicità occulta vietata dal Codice del Consumo”.

Si chiede inoltre alle due istituzioni di vietare la diffusione del videoclip realizzato dall’artista sulle reti televisive, nonché sul web. La canzone potrebbe non avere neanche più il permesso di circolare sulle radio nazionali. Secondo l’esposto, tutto questo dovrà continuare fino a quando non verrà eliminato ogni riferimento alla Coca Cola. Il Codacons ha affermato: “Si tratta di una pubblicità occulta a danno degli utenti, vietata dal nostro orientamento e dalle disposizioni varate di recente dall’Antitrust in tema di videoclip musicali”.

Le accuse al videoclip di Mille

Mille, una recente canzone di Fedez, è accompagnata da un videoclip in cui si fa riferimento alla famosa bibita Coca Cola. Secondo l’associazione, si tratta di una “pubblicità camuffata da brano musicale” a vantaggio della bibita di produzione statunitense. Sempre secondo il Codacons, nel videoclip compare più volte il marchio della Coca Cola, “ben visibile agli occhi degli spettatori ma senza informare gli stessi circa l’investimento di marchi a fini commerciali all’interno del video”.

L’associazione ha affermato: “Se da un lato è vero che tra le indicazioni contenute nella pagina di Youtube dove è stato pubblicato il videoclip si legge ‘Il filmato contiene marchi e prodotti per fini commerciali. Product Placement: Coca Cola ’, è altrettanto vero che tale informazione non basta. Non è immediatamente percepibile dagli utenti, a meno che gli stessi non vadano a cercarla tra i credits del video. E poi non compare in sovrimpressione all’inizio del videoclip, in modo da informare correttamente i consumatori”. L’associazione dei consumatori ritiene che ciò è in violazione delle disposizioni dell’Antitrust. Secondo le dette disposizioni, la sanzione pecuniaria in caso di inottemperanza varia da 10mila a 5 milioni di euro. Fedez ha risposto alle accuse tramite i social, dove domina l’ironia fra Instagram, immagini e clip.


Leggi anche: Sanremo 2021: Codacons chiede squalifica di Fedez

Commenti