Canzoni natalizie: dieci nuove proposte

0
605
canzoni natalizie (Cozy Little Christmas)

La tenerezza di Gwen Stefani e la speranza di Robbie Williams. La stravaganza di Sia e la pungenza di RuPaul. Ecco dieci canzoni natalizie nuove rilasciate negli ultimi anni, cantate da alcune delle popstar più amate del mondo.

Esistono ancora canzoni natalizie originali?

Da bambini, di solito, si comincia con Jingle Bells o Rudolph. Poi si conoscono White Christmas, And So This Is Christmas, All I Want For Christmas Is You. Non parliamo poi di Last Christmas degli Wham!, così pervasiva e invadente negli speaker dei centri commerciali da aver addirittura dato origine a una challenge. Per vincere lo Whamageddon basta resistere il più possibile senza mai sentire per caso il maledetto tormentone: non si guadagna nulla, ma molti ci si cimentano ogni anno con risultati più o meno rosei. Ma anche la rosa delle canzoni natalizie si è rinnovata, nel corso degli anni, e alcuni dei cantanti pop più famosi del mondo si sono cimentati in nuovi potenziali classici.

Ecco dunque dieci canzoni natalizie completamente originali, rilasciate entro gli ultimi dieci anni da dieci artisti tutti diversi.

Nothing For Christmas – RuPaul 
(da Slay Belles, 2015)

Una cosa si può dire con certezza di RuPaul: sa come animare una festa. La gran signora della Drag Race ha rilasciato tre album natalizi, che includono anche Ho Ho Ho nel 1997 e Christmas Party nel 2018. Slay Belles è forse il lavoro più coeso della trilogia, e contiene una delle canzoni natalizie più particolari. Da RuPaul non si poteva aspettare un brano serio, e anche Nothing For Christmas si presenta come un lavoro giocoso. Il concetto della “lista di Natale” con i buoni e i cattivi viene rielaborato in chiave ironica e squisitamente drag, con una base R&B retro poco tradizionale ma irresistibile. 

One More Sleep – Leona Lewis 
(da Christmas With Love, 2013)

Anche la Lewis sceglie un approccio diverso dal solito, e anziché celebrare le feste e la gioia che portano con sé si cala in panni più solitari. One More Sleep è la canzone ideale per un natale melanconico, tristemente più rilevante per la situazione corrente di Can’t Stop Christmas. Lewis canta dal punto di vista di una donna rimasta sola per le feste, che sente la mancanza del suo partner e attende che arrivi per festeggiare assieme. L’elemento portante della traccia è senza dubbio la splendida voce della Lewis, ormai rodata anche nei musical, che sa giocare con la melodia come pochi. Il ritornello spicca invece per l’ottimo uso del conteggio alla rovescia, ottimo richiamo alla classica Twelve Days Of Christmas

Candy Cane Lane – Sia
(da Everyday Is Christmas, 2017)

Dopo il successo di 1000 Forms Of Fear e This Is Acting, nessuno poteva fermare Sia Furler. Un album natalizio è un’idea particolare, ma particolare è un aggettivo che a Sia si adatta come un guanto. Non è strano che abbia deciso un approccio simpatico per Candy Cane Lane, la via dei bastoncini di zucchero, una canzone natalizia nuova delle più memorabili. Sia è compositrice e paroliera quanto cantante e vocalist: nessuna sorpresa allora che Candy Cane Lane sia la traccia della lista che meglio “azzecca” il sound da canzone natalizia. Furler ha scritto un ritornello orecchiabile e impetuoso, molto ballabile, dal piacere immediato come i dolcetti del titolo. 

Cozy Little Christmas – Katy Perry 
(singolo indipendente, 2018)

Dispiace che Katy Perry non abbia ancora rilasciato alcun album natalizio. Cozy Little Christmas è infatti un lavoro indipendente, slegato dai suoi impegni discografici. Anche stavolta l’arista imprime la sua impronta, e la Perry gioca con la sensualità goliardica nella quale si sente a suo agio. Solo una cantante potrebbe reggere bene delle sexy avances a Babbo Natale, e quella cantante è Kary Perry. Il risultato è un bizzarro, ma simpatico ibrido tra All I Want For Christmas Is You e I Saw Mommy Kissing Santa Claus. Unico difetto, di nuovo, la mancanza di un lavoro che ne contenga di analoghe. 

Wrapped In Red – Kelly Clarkson
(da Wrapped In Red, 2013)

Ispirata da una visione della classica commedia Love Actually – L’amore Davvero, Wrapped In Red è una delle canzoni natalizie più radiofoniche. La potente voce rauca di Kelly Clarkson accompagna un’ode alle nuove promesse e al coraggio di buttarsi. L’atmosfera delle feste è perfetta per trovare la determinazione di dichiararsi a qualcuno, anche in maniera esagerata. Ottimo anche l’uso dei colori per indicare gli stati d’animo progressivi della narratrice. Il rosso rappresenta il punto di culmine di uno spettro che nasce dalla melanconia e giunge alla determinazione. Da qualche parte, un uomo fortunato ha una Kelly Clarkson di rosso vestita che lo aspetta alla porta con un dolce messaggio. 

100 Degrees – Kylie Minogue ft. Danni Minogue 
(da Kylie Christmas – Snow Queen Edition, 2016) 

Cosa succede quando hai passato buona parte della tua vita in Australia, abituandoti a Natali caldi e tropicali? Lo racconta Kylie Minogue in 100 Degrees, duetto con la sorella e collega Danni. Il primo duetto ufficiale tra le due, si creda o no. E per bizzarra che pare l’idea di incidere canzoni natalizie di genere disco, il lavoro mantiene tutta l’atmosfera del caso. Il Natale è una ricorrenza mondiale, in fondo, e non fa differenza dove si festeggi purché si stia accanto ai cari. È inoltre presente una versione alternativa del brano, slegata dal Natale, intitolata 100 Degrees (Stil Disco To Me)

Christmas Time – Alexandra Burke 
(da Christmas Gift EP, 2012)

Alexandra Burke è un’altra di quelle voci di cui si sente la mancanza. Il suo lavoro natalizio del 2012 è tristemente solo un EP da due tracce, di cui l’altra è una cover di Silent Night. Inoltre i contenuti di Christmas Time non sono invecchiati particolarmente bene. Un’altra ballata a un amore lontano – ma stavolta l’uomo dei desideri si trova lontano in quanto membro dell’esercito. Mestiere che la Burke descrive con “rendere il mondo un posto migliore”: un’immagine sbagliata, quella di un soldato che combatte a Natale una guerra buona. Si tratta per fortuna di una visione passeggera, e non un elemento di spicco: quello che conta per la Burke è sfoggiare la sua superba voce e incantare con la nostalgia, e con Christmas Time vi riesce

My Gift Is You – Gwen Stefani 
(da You Make It Feel Like Christmas, 2017)

La voce tagliente della signora dei No Doubt e una dolce melodia midtempo ma vivace fanno di My Gift Is You una di quelle canzoni natalizie che si amano da subito. Nell’album è anche presente un duetto con Blake Shelton, marito della Stefani e cantante country, la title track di You Make It Feel Like Christmas. Ma paradossalmente, My Gift Is You funziona grazie alla sua semplicità. Come tutte le tracce di You Make It Feel Like Christmas, My Gift Is You si muove sui binari semplici e sempre efficaci del lasciare alle spalle i beni materiali per concentrarsi sugli affetti. Una Gwen Stefani innamorata e consapevole si rivela l’elemento cruciale per un Natale che lo sia altrettanto. 

Every Day Is Christmas – The Braxtons
(da Braxton Family Christmas, 2015)

Il Natale è un periodo nato per le famiglie: non c’è dunque gruppo migliore per rappresentarne l’essenza delle Braxton, il gruppo composto dalle cinque omonime sorelle. Sono la celeberrima Toni, la meno conosciuta ma comunque apprezzata Tamar, e le tre sorelle “minori” Towanda, Trina e Traci. Ma è difficile decidere quale sia la voce più bella in Every Day Is Christmas, una canzone che suona intima nonostante la vasta quantità di elementi coinvolti. Si torna all’apprezzamento della famiglia e di un natale semplice, da passare con le persone che si amano. Ma l’amore romantico di cui canta Gwen Stefani diventa un amore platonico per la famiglia, in cui le cinque Braxton vivono assieme un Natale speciale stando assieme. Le voci sono immediatamente splendide, l’atmosfera ha tutto il calore del caso. E cinque sorelle scartano assieme i regali attorno al fuoco, cantando la loro gioia al mondo intero. 

Time For Change – Robbie Williams
(da The Christmas Present, 2019)

Un album di canzoni natalizie originali? Che la scienza sia andata troppo oltre? Seppur gambizzata da un eccessi di ambizione, l’idea di Robbie Williams è attraente e ha a disposizione la sua piccola schiera di fan. Tra le canzoni originali, quella di cui tutti parlano è Can’t Stop Christmas, in cui Williams indirizza direttamente l’epidemia di Coronavirus. Time For Change è però la più funzionale delle tracce originali, poiché quella più capace di catturare lo spirito delle canzoni natalizie classiche. Con un sound sognante e trionfale, la promessa di cambiamento di Williams coinvolge immediatamente e riesce a rincuorare molto più della succedanea. Trionfo condito dalla famosa voce dell’ex Take That, ancora oggi delicata e carismatica. 

Commenti