Buon compleanno Jason Newsted!

0
835

Oggi Jason Newsted spegne 56 candeline. Rivediamo insieme le tappe più importanti della sua carriera, soprattutto con i Metallica.

Dal 1981 al 1986 fu il bassista dei Flotsam and Jetsam, con i quali pubblicò l’album di debutto Doomsday for the Deceiver.

Pochi mesi dopo, a settembre, i Metallica ebbero un terribile incidente in Svezia. L’autista del pullman, che li stava trasportando da una data all’altra del tour, perse il controllo del veicolo. L’incidente purtroppo fu fatale per il celebre bassita Cliff Burton, che morì all’età di 24 anni.

La band si mise subito alla ricerca di un sostituto, nonostante il vuoto lasciato dall’amico fosse incolmabile. Vennero ascoltati quaranta artisti, ma fu Jason ad aggiudicarsi il posto. Il debutto nei Metallica avvenne con la pubblicazione dell’EP The $5.98 E.P.: Garage Days Re-Revisited nel 1987. L’anno seguente il bassista registrò ...And Justice for All, un album particolarmente criticato dai fan per le parti di basso poco udibili rispetto agli altri strumenti. Il vero motivo resta ancora oggi un’incognita, i Metallica eseguono spesso dei brani tratti da quest’album dal vivo, ma non per questo sono soddisfatti dell’incisione. A prescindere da questi problemi, …And Justice for All portò la band a un maggior successo e visibilità.

La collaborazione con la band non finisce qui. Jason registrò anche il successivo self titled Metallica nel 1991, accusato di essere un album troppo commerciale. C’è chi lo considera la morte musicale della band. In seguito lo troviamo presente nella coppia Load-Reload, forse i più odiati di sempre, e incise anche l’album di cover Garage Inc. uscito nel 1998.

Prese parte a ben tre DVD: Live Shit: Binge & Purge, Cunning Stunts e S&M.

Non fu solo il bassista dei Metallica, ma anche il corista live in molti brani, tra cui Creeping Death, Whiplash e Seek & Destroy.

Jason non partecipò mai direttamente alla composizione dei brani, con l’eccezione di Blackened, My Friend of Misery e Where the Wild Things Are.

Nel 2001 decise di prendersi una pausa di qualche anno per concentrarsi sul suo progetto parallelo Echobrain. Gli altri membri non accettarono questa scelta e Jason abbandonò i Metallica. Secondo il bassista, la fine della collaborazione fu motivata da “ragioni private e personali e dal danno fisico che ho fatto a me stesso nel corso degli anni per suonare la musica che amo“.

Nel 2003 Robert Trujillo divenne il nuovo e attuale bassista della band.

A metà degli anni novanta Jason fondò l’etichetta discografica Chophouse Records e creò il suo personale studio di registrazione dove incise i primi lavori degli Echobrain. Realizzò anche due progetti con altri musicisti della scena rock e metal di quel periodo: gli IR8 e i Sexouturica.

Nel 2002 entrò nella formazione del gruppo canadese Voivod, con i quali pubblicò l’album omonimo. Nello stesso anno divenne ironicamente il sostituto di Trujillo nel gruppo di Ozzy Osbourne per l’Ozzfest nel 2003. Purtroppo la collaborazione con Osbourne durò poco e Jason venne rimpiazzato dal bassista di Rob Zombie.

Nel 2012 annunciò il suo ritorno sulle scene musicali con la creazione di un sito personale e di un nuovo gruppo musicale chiamato Newsted.

Una carriera ricca di collaborazioni, sicuramente il periodo con i Metallica fu quello che lo rese maggiormente celebre.

Ancora tanti auguri!

Commenti