Black Lives Matter: le reazioni dei cantanti americani sul tema

Il movimento "Black Lives Matter" sta ruggendo più che mai in seguito a recenti fatti di cronaca. Ecco la reazione delle star musicali.

0
315

Il fenomeno mediatico di “Black Lives Matter” è rifiorito fortemente in questi giorni. Dopo l’ennesima tragica morte di un cittadino di colore (George Floyd) durante un arresto più violento della norma, la società americana sembra essere insorta come non mai su questa questione, chiedendo a gran voce che i colpevoli vengano arrestati. Le proteste e le polemiche hanno colpito duramente anche Donald J. Trump, reo di aver pubblicato dei tweet in cui ha mantenuto la sua posizione abbastanza ambigua e si è scagliato soprattutto contro i manifestanti. Ma quali sono le opinioni delle principali stelle della musica americane? Ebbene, anche per loro c’è stata una risposta molto decisa nei confronti di quanto sta accadendo. Scopriamolo insieme.

Black Lives Matter: alcuni interventi emblematici di cantanti sui social

Le reazioni a quanto accaduto sono state forti innanzitutto sui social, dove molti artisti hanno detto la loro in modi differenti. Innanzitutto abbiamo Taylor Swift, che con un tweet ha promesso a Trump che verrà “cacciato via dalle elezioni”, twittandolo immediatamente dopo il tweet più contestato del presidente; segue un post su Instagram di Chris Brown, che ha mostrato la protesta pacifica di manifestanti/ballerini di colore che hanno iniziato ad esibirsi davanti a militari armati. Dal canto suo, invece, la regina del pop Madonna ha pubblicato innumerevoli video riguardanti vecchie vittime di questa prassi malata o tributi a persone nere. Più polemica ancora l’ex Fifth Harmony Lauren Jauregui, con tweet veramente al vetriolo, mentre Shakira ha preferito utilizzare un’immagine completamente nera per dare un messaggio silenzioso ma potente.

View this post on Instagram

THE REAL

A post shared by CHRIS BROWN (@chrisbrownofficial) on

Di qualche parola in più Christina Aguilera, che ha preferito postare un discorso integrale tratto dalla manifestazione tenutasi nei giorni scorsi; iniziativa simile anche per Katy Perry: anche lei ha preferito postare un video, affinché le immagini parlassero più di mille parole. Di un avviso diverso Justin Bieber, che pur utilizzando Instagram ha preferito il linguaggio scritto; si cambia ancora modalità con Britney Spears, che sceglie un’immagine emblematica accompagnata da una caption.

View this post on Instagram

#BLACKLIVESMATTER

A post shared by KATY PERRY (@katyperry) on

Diverso ancora l’intervento di Beyoncé, che come Christina preferisce postare un video ma che a differenza sua pronuncia un discorso in prima persona. Demi Lovato sceglie invece di promuovere le iniziative ufficiali, le raccolte fondi appositamente organizzate oltre a postare i volti di molte persone morte in simili contesti e le loro storie. Ancora più radicale la mossa di Miley Cyrus, che oltre a fare numerosi post a tema ha addirittura modificato la sua immagine del profilo in segno di protesta; praticamente opposti i responsi delle rapper Nicki Minaj e Cardi B: ha prima postato addirittura un elenco delle ultime dichiarazioni di varie persone morte in queste assurde modalità, mentre la seconda ha preferito omaggiare soltanto l’ultima vittima.

View this post on Instagram

#Repost @nyakio with @get_repost ・・・ HOW ABOUT THIS CHALLENGE??? HOW MANY WILL REPOST SO THE FEED IS FILLED!!! Unarmed. Killed. #BLACKLIVESMATTER TRAYVON MARTIN (Walking home with iced tea and skittles. Shot by George Zinneman, who was found not guilty.) KEITH SCOTT (Sitting in car, reading. Shot by police officer, who was not charged.) ATATIANA JEFFERSON (Looking out her window, shot by police officer, who is still under indictment for murder.) JONATHAN FERRELL (Asking for help after auto accident. Shot twelve times by police, case ended in mistrial.) JORDAN EDWARDS (Riding in a car. Shot in the back of the head by police officer, who was found guilty of murder.) STEPHON CLARK (Holdng a cell phone, Shot 8 times, 6 in the back. Officers not charged.) AMADOU DIALLO (While taking out wallet, officers fired 41 shots by four officers, who were all acquitted.) RENISHA MCBRIDE (Auto accident, knocked on door for help. Homeowner was found guilty of second-degree murder.) TAMIR RICE (Playing with toy gun, shot by police officer arriving on scene. Officer was not charged. SEAN BELL (Hosting a bachelor party, 50 rounds fired by police officers, who were found not guilty of charges.) WALTER SCOTT (Pulled over for brake light, shot in the back by police officer, who pleaded guilty to civil rights violations.) PHILANDO CASTILE (Pulled over in car, told officer he had a legally registered weapon in car. Officer acquitted of all charges.) AIYANA JONES (Sleeping, accidentally shot by officer in a raid on wrong apartment. Officer cleared of all charges.) TERRENCE CRUTCHER (Disabled vehicle, shot by police officer, who was found not guilty of manslaughter.) ALTON STERLING (Selling CDs, shot at close range while being arrested. No charges filed.) FREDDIE GRAY (Beaten to death by officers while being transported in police van. All officers involved were acquitted.) JOHN CRAWFORD (Shopping at WalMart, holding a BB gun on sale, police officer was not charged.) MICHAEL BROWN (Shot by twelve times by officer, including in the back. No charges filed.) JORDAN DAVIS (Killed because he was playing loud music. Shooter found guilty of first-degree murder.) SANDRA BLAND (Pulled over for tra

A post shared by Demi Lovato (@ddlovato) on

Interessante anche l’intervento del cantante e ballerino Usher: il re dell’R&B si è scagliato infatti contro il razzismo in quanto tale, andando anche oltre gli episodi di violenza da parte della polizia da cui “Black Lives Matter” trae origine. Da citare infine Lady Gaga, che pur usando Instagram ha preferito mettere delle parole nero su bianco come se fossimo su facebook.

Altre reazioni: manifestazioni, dichiarazioni per la stampa, donazioni

Nonostante la condizione attuale sia quella che sia, non mancano artisti che hanno deciso di scendere in piazza e manifestare: Camila Cabello, Shawn Mendes, Halsey, Ariana Grande, solo per citarne alcuni non citati finora ma che hanno comunque dato il loro contributo anche sui social. Per chi ha preferito non scendere in piazza, la stampa si è rivelata come sempre un ottimo mezzo per dare un messaggio importante: lo sa bene Jay-Z, autore in via eccezionale di un editoriale pubblicato direttamente sul New York Times!

Non manca chi ha invece approfittato di un’intervista già concordata per trattare questo tema: ne è un esempio la rapper Iggy Azalea, che in un’intervista a GQ ha parlato appunto di quanto accaduto e sui privilegi dei bianchi. Questo le fa particolarmente onore: lei oltre ad essere bianca è anche australiana, ed avrebbe potuto farsi scivolare l’accaduto addosso senza problemi.

L’impegno economico di alcune star per Black Lives Matter

Sono infine da citare Rihanna e The Weeknd, i quali sono forse fra le celebrità che nel concreto hanno fatto di più per la causa. Per quanto riguarda la prima, Rihanna ha messo in pausa per un giorno i suoi fortunatissimi marchi di abbigliamento e bellezza Fenty Beauty e Savage Fenty, due enormi fonti di profitto che ad oggi le hanno fruttato molto di più della musica – nonostante i suoi numeri da popstar siano di per sé incredibili; simile l’intervento di The Weeknd, che ha reso noto di aver donato mezzo milione di dollari per promuovere la campagna ufficiale di “Black Lives Matter” ed ha esortato i suoi colleghi a fare lo stesso.

LEGGI ANCHE: LA REAZIONE DEL MONDO DELLA MUSICA ALLA MORTE DI KOBE BRYANT

Commenti