Bahman Ghobadi: l’Academy difenda i diritti violati

0
285
Bahman Ghobadi

Bahman Ghobadi, regista, sceneggiatore e produttore cinematografico iraniano di etnia curda e membro degli Academy Awards, ha chiesto di difendere i diritti civili del popolo iraniano, in particolare dopo la morte di Mahsa Amini.

Cosa ha scritto Bahman Ghobadi?

Come componente di questa prestigiosa Academy – ha scritto – chiedo di diffondere questo messaggio: mi chiamo Bahman Ghobadi, sono uno dei componenti dell’Accademia. Avrai certamente sentito parlare di ciò che sta accadendo in Iran. Il regime ha recentemente ucciso una giovane donna di nome Mahsa Amini perché non aveva indossato ‘correttamente’ il velo. Il popolo iraniano è sceso in piazza per protestare contro il regime. Noi, la mia gente ed io, abbiamo bisogno del tuo sostegno per diffondere questa notizia e stare dalla parte del popolo iraniano e delle sue legittime proteste. Abbiamo bisogno del tuo supporto più che mai. Per favore aiutaci a diffondere la nostra voce“.

Il governo iraniano

Il governo iraniano ha limitato l’utilizzo di Internet e bloccato l’accesso alle piattaforme dei social media per sopprimere ulteriormente le voci delle persone. L’ultima volta che tali misure sono state attuate nel 2019, il governo iraniano ha ucciso 1500 persone. I registi iraniani indipendenti stanno al fianco di queste donne e uomini iraniani senza paura e stanno cercando di catturare e documentare la storia mentre si svolge con risorse limitate. (Bahman Ghobadi)

Mahsa Amini

La polizia ha riferito che Mahsa Amini ha avuto un arresto cardiaco in una stazione ed è morta dopo due giorni in coma. Testimoni oculari e donne che sono stati dettagliati allo stesso tempo hanno detto che è stata picchiata duramente. La morte di Amini ha provocato una serie di proteste su larga scala in tutto il paese che hanno attirato l’attenzione internazionale.


“Nostalgia” è il film che rappresenterà l’Italia agli Oscar


Commenti