Arnone debutta con Nairobi

0
275
Arnone, copertina di Nairobi

Lusso, denaro, gioiellii e machismo: tutti i cliché del mondo trap, che Arnone prende bonariamente in giro nel suo nuovo singolo Nairobi. Un desiderio di mantenere l’onestà e l’integrità anche con una carriera in salita.

Di cosa parla Arnone in Nairobi?

Una sfavillante copertina viola, ricoperta di cristalli: questo è l’annuncio che il rapper Arnone, al secolo Anthony Cavicchio, fa per il suo nuovo singolo Nairobi. Lanciato dall’etichetta AR.MS Empire e prodotto da Nathys, rappresenta il secondo lavoro del rapper dopo il suo debutto, Barrio. 

Il percorso artistico di Arnone continua in maniera regolare, immergendosi nei parametri e nelle immagini tipiche della trap. Le immagini a cui l’ascesa del movimento ha abituato sin dagli esordi – la ricchezza estremizzata, le catene e i gioielli, il denaro e il desiderio di mettersi in mostra primeggiando sugli altri. Ma è solamente una facciata, perché Arnone utilizza Nairobi come uno specchio nei confronti di quegli stessi cliché. “Oh my God questo parla ma/fa solo bla bla bla/per un po’ di fama frà/ti giochi la dignità”. Non una celebrazione del lusso ostentato e dei costumi eccessivi ma una loro presa in giro, una messa in mostra della loro fallacia. 

Una decostruzione totale

Arnone è immerso nel mondo della musica in tutti i sensi: lavora anche come ingegnere sonoro, Dj e produttore di vari beat. Nella scena partenopea si già costruito un nome discreto collaborando con numerosi artisti della scena locale, da Livio Cori a Paky G, da Eris Gacha a Francesco Da Vinci. Arnone se la cava però da solo con Nairobi, e fa di essa il suo manifesto all’interno della scena trap alla quale si aggiunge. E nonostante le difficoltà e le insidie della fama, la canzone rappresenta il suo proposito per mantenersi integro e fedele a sé stesso anche di fronte alle nuove opportunità in arrivo. Mantenere la propria dignità anche ottenendo esposizione dinnanzi a un pubblico sempre più vasto, rimanere in contatto con i fan e la realtà. 

E soprattutto rimanere consapevole dei cliché e dei tropi negativi che tendono a rovinare il mondo della trap. Un impegno non facile, ma sicuramente encomiabile per un giovane al debutto. Seguite qui Arnone su Instagram e vedrete altre tracce oltre a Nairobi.

Qui per altri articoli a tema rap

Commenti