Angelina Jolie: “Mi piace lo spirito giovanile”

Angelina Jolie si è raccontata in un'intervista a Vogue nella quale ha parlato di come sta vivendo la pandemia, del suo essere madre, della fiducia che nutre nei giovani. Inoltre ha svelato che non teme il trascorrere dell'età.

0
551
angelina jolie intervista vogue
Angelina Jolie si è raccontata in una lunga intervista a Vogue.

Angelina Jolie ha rilasciato una lunga intervista a Vogue nella quale ha affrontato diversi argomenti. L’attrice si è raccontata dapprima come madre e poi ha rivelato che si sente meglio adesso che ha superato i 40 anni che quand’era più giovane. Quindi ha parlato dei suoi prossimi progetti di lavoro e della sua ormai ventennale collaborazione con l’UNHCR, l’agenzia ONU che si occupa dei diritti dei rifugiati di tutto il mondo.

Il giornalista Edward Enninful ha chiesto innanzitutto se, dopo l’elezione di Biden alla presidenza degli Stati Uniti e l’inizio della campagna di vaccinazioni anti-coronavirus in tutto il mondo, si sente più fiduciosa e ottimista per il futuro. La produttrice statunitense ha risposto che, quando pensa all’avvenire, ripone gran parte delle sue speranze nei giovani. Questa sua visione è probabilmente favorita dal fatto che vive con sei figli che hanno fra i 12 e i 19 anni. Guardandoli, si rende conto di come i ragazzi di oggi si stiano globalizzando grazie alla tecnologia che permette loro di stringere amicizie e di confrontarsi con i coetanei che vivono anche dall’altra parte del mondo.

Il momento in cui è iniziata la pandemia è stato particolare per Angelina Jolie. Ha raccontato che l’anno scorso, quando è scattato il lockdown, la figlia Zahara era tornata da poco a casa da un intervento chirurgico. Dunque, lei e gli altri figli in quel momento erano pervasi dalla felicità nel constatare che la giovane stava bene, e per questo motivo hanno affrontato l’isolamento domiciliare “in uno stato mentale diverso”. Ovviamente ci sono situazioni e stravoglimenti che hanno lasciato il segno, però l’ex Lara Croft del cinema ci tiene a sottolineare che ci sono anche dei risvolti positivi, come ad esempio la possibilità di festeggiare sempre i compleanni insieme e di aver ritrovato l’unità familiare.

Angelina Jolie mamma e paladina dei diritti dei giovani

Durante l’intervista a Vogue, Angelina Jolie ha parlato anche del suo essere madre. Ha detto che fin da ragazza ha sempre sognato di avere una bella e grande famiglia ma, nonostante ciò, non si sente come “una mamma casalinga tradizionale”. Per fortuna riesce a sopperire a questa sua lacuna con la vicinanza dei suoi ragazzi che l’aiutano nella routine quotidiana

L’artista americana ha quindi sottolineato che in questi ultimi anni sta diventando più “fiduciosa” nei confronti della vita e del futuro. Ovviamente non rinuncia ai suoi impegni umanitari, infatti prossimamente pubblicherà un nuovo libro realizzato insieme a Geraldine Van Bueren QC e Amnesty International che avrà come titolo Conosci i tuoi diritti (e rivendicali). Sarà un testo che punterà a fornire un valido sostegno a tutti quei ragazzi che non riescono a capire quali sono gli ostacoli che gli impediscono di poter accedere a tutti i diritti umani che gli spettano: “Il messaggio ai giovani – ha affermato la Jolie – è che nessuno ha il diritto di farti del male, di metterti a tacere”.

L’attrice ritiene che i ragazzi abbiano tutte le carte in regola per farsi valere, ma purtroppo esiste “un livello di disinformazione che non abbiamo mai affrontato”. Dunque il libro cercherà proprio di supportare questi giovani in difficoltà nel portare avanti le loro battaglie anche con degli aiuti pratici.

L’ex moglie di Brad Pitt ha quindi svelato che le piace molto lo spirito della gioventù. Ha raccontato che spesso vede degli anziani che tendono a tollerare troppo facilmente dei comportamenti sbagliati, mentre al contrario sono proprio i giovani a reagire, a voler combattere per opporsi.

Il rapporto con UNHCR e quello con se stessa

Angelina Jolie ormai da 20 anni collabora con l’Agenzia delle Nazioni Unite che lotta per tutelare i diritti dei rifugiati (UNHCR). La produttrice ha sottolineato che quest’impegno è cominciato quando era poco più che ventenne. Per capire cosa stesse realmente accadendo nel mondo, ha dovuto studiare per darsi un’istruzione maggiore rispetto a quella che aveva avuto a scuola.

Quando nei primi momenti ha appreso della condizione precaria e drammatica di milioni di persone che non hanno una casa, un rifugio, una patria, a causa di guerre e genocidi, è rimasta scioccata. Da ragazza pensava che si dovesse combattere con forza per abbattere il sistema mentre adesso, con la maturità: “Ho imparato che devo lottare per cercare di cambiarlo dall’interno”.

Il suo rapporto con l’UNHCR è un po’ controverso. L’attrice appoggia l’Agenzia ONU quando adotta soluzioni pratiche per aiutare le persone, mentre si dice contrariata quando si accorge che si parla tanto “e non difendiamo i diritti di tutte le persone allo stesso modo”.

Alla rivista Vogue Angelina Jolie ha raccontato anche del prossimo film biografico che dirigerà, quello dedicato al fotografo di guerra Don McCullin. Ha dichiarato che si tratta di una storia “incredibile” che non si sofferma soltanto su McCullin, ma anche su tutte le guerre alle quali ha assistito per lavoro. Inoltre, tramite le sue fotografie, ha dato una testimonianza concreta non solo delle condizioni tremende in cui vivevano determinate persone, ma anche della “verità spesso più oscura di quei conflitti”.

Angelina Jolie torna alla regia nel suo nuovo film “Unreasonable Behaviour”

Infine, soffermandosi su se stessa, la diva di Los Angeles ha confessato che si sente molto meglio adesso che è una quarantenne che prima. Questa sua reazione forse è legata al fatto che sua madre è morta piuttosto presto, e per questo motivo Angelina Jolie ritiene che l’avanzare dell’età sia una sorta di “vittoria” perché si è ancora al mondo. E poi ha chiosato: “Non vedo l’ora che arrivino i cinquant’anni”.

Commenti