A Proposito di Davis: il manifesto poetico dei Coen

Per il film della settimana abbiamo deciso di consigliarvi uno dei più importanti manifesti poetici dei Fratelli Coen

0
628
A Proposito di Davis

A Proposito di Davis fa parte di quel folto gruppo di titoli minori e poco considerati di grandi registi del 21esimo secolo. Pellicola del 2014,nonostante sia scritta e diretta dai Fratelli Coen, tende ad essere sottovalutata per la sua natura molto intimista e riflessiva. Probabilmente la più grande dichiarazione creativa dei registi è stato incredibilmente sottovalutato dal grande pubblico internazionale. All’epoca dell’ uscita la pellicola riscosse particolare successo tra la critica senza entusiasmare particolarmente il mondo mainstream a causa del suo ritmo lento e poco cadenzato. Un vero e proprio manifesto per gli spiriti erranti dei sognatori sempre in cerca di un proprio posto nel mondo.

A Proposito di Davis: trama

A Proposito di Davis racconta la storia di Llewyn Davis, musicista folk degli anni 60 che tra un’ esibizione e l’altra cerca di guadagnarsi da vivere e portare avanti un’esistenza dignitosa. Passa da un divano all’altro senza avere una dimora fissa diventando quasi simbolo della continua erranza dell’ uomo alla ricerca del proprio soddisfacimento personale. Dopo una prolifera carriera in un duo musicale, Llewyn cerca in tutti i modi di ottenere un audizione con un grande studio. Questo lo porterà ad intraprendere un viaggio che cambierà (forse) il suo modo di vedere le cose.

Carey Mulligan e Oscar Isaac in una scena di A Proposito di Davis

Le avventure di Llewyn mostrano il viaggio itinerante di un uomo che si abbandona all’ imprevedibilità della vita e che,allo stesso tempo non vuole provare a fare qualcosa per cambiare la sua situazione. A Proposito di Davis è un film dai fortissimi simbolismi. Il divano, il gatto, sono la rappresentazione della vita nomade e insicura del giovane Llewyn.

L’ uomo che si arrende all’ inevitabile

A Proposito di Davis racconta una storia di vita, scandita da una colonna sonora che sembra provenire direttamente dagli anni 60. Nonostante sia una delle pellicole più sottovalutate del celebre duo registico, il film è una dichiarazione allo spirito che regna sovrano nei loro film: l’ uomo che si arrende all’ inevitabilità della vita. Un viaggio errante senza obiettivo. Oscar Isaac nel ruolo del protagonista ci dona la migliore interpretazione della sua carriera anche grazie alle bellissime interpretazioni della colonna sonora. L’ inquietudine del suo sguardo e la sofferenza dei suoi occhi ci restituiscono quella sensazione di incertezza che l’ intera pellicola vuole trasmettere. Nel cast troviamo anche Carey Mulligan, Justin Timberlake, John Goodman e Adam Driver.

Dove vedere A Proposito di Davis?

A Proposito di Davis è disponibile su Rakuten TV, CHILI, Apple Itunes e TIMVision.

Commenti