A Chiara di Jonas Carpignano vince alla Quinzaine

0
612
A Chiara

Jonas Carpignano fa il bis: il suo film A Chiara ha vinto la Europa Cinemas Cannes Label per il miglior film europeo alla Quinzaine des Realizaterus, la importante sezione indipendente (e non competitiva tranne appunto la label europea) del festival di Cannes.

Cosa ha detto Jonas Carpignano su A Chiara?

“Non è come A Ciambra, non è una storia tratta dalla vita della protagonista del film, però quella che nel film è la sua famiglia lo è davvero, i rapporti tra di loro sono veri e benché siano inseriti in una struttura narrativa scritta da me, quindi falsa, è tutto basato su una realtà che viviamo e vediamo”.

La trama di A Chiara

A Chiara è la storia di una bambina di Gioia Tauro che scopre che il padre è un malavitoso e che lo stato vuole per questo separare dalla famiglia. Lei ha la testa così dura da scappare e andare in cerca di questo padre latitante per farselo dire proprio da lui per guardarlo negli occhi e chiedergli conto di questa storia.

Produzione

Una co-produzione tra Italia, Francia e Svezia, “A Chiara” è prodotto da Stayblack con Rai Cinema, Haut et Court, e ancora, Arte France Cinéma e con il contributo del Ministero della Cultura, con il sostegno di Eurimages, CNC.

Il regista

“A Chiara” è il terzo lungometraggio di Carpignano: il regista e sceneggiatore ha realizzato il capitolo di chiusura della sua “trilogia gioiese”, dopo “Mediterranea” (presentato alla Semaine de la Critique di Cannes nel 2015) e “A Ciambra” (2017).

Commenti