La Bussola d’oro – Recensione del film con Nicole Kidman

"La Bussola D'oro" e` un film fantasy che include la grande Nicole Kidman nelle vesti di antagonista. Ecco la nostra recensione.

0
685

“La Bussola D’oro” è un film fantasy tratto da un omonimo libro di Philip Pullman. Il film è diretto e sceneggiato da Chris Weitz, mentre il cast include: Nicole Kidman, Dakota Blue Richards, Sam Elliott, Eva Green, Tom Courtenay ed altri interpreti. L’opera letteraria è una vera e propria saga, mentre la trasposizione cinematografica è stata creata soltanto per il primo capitolo: segno forse di un incasso al botteghino un po’ inferiore alle aspettative, nonostante la presenza di due stelle come la Kidman e la Green abbiano comunque assicurato all’opera una buona visibilità .

TRAMA: In un mondo in cui ogni essere umano ha un sorta di animale da compagnia che include una sorta di prolungamento della sua stessa anima, la piccola Lyra vive in un orfanotrofio in cui accadono cose stane: molti bambini spariscono perché rapiti dai cosiddetti “ingoiatori”. Alla piccola si presenta un’occasione per andare via di lì nel momento in cui una signora tanto affascinante quanto cattiva le proporrà di andare via con lei. Dopo non moltissimo Lyra si rende conto di cosa sta accadendo e scappa via, dando inizio ad un’avventura ricca di sorese

Recensione de La Bussola D’oro

“La Bussola D’oro” non è costruito in maniera tal da rispettare i canoni del cinema fantasy degli anni 2000, ma sembra piuttosto un film fantasy del Novecento che usufruisce delle tecnologie più moderne al fine di rendere il tutto quanto più credibile possibile agli occhi dello spettatore. Con questa logica si mette in scena un film decisamente pesante per i gusti del pubblico attuale, ma che di contro ha dalla sua un intrattimento visivo di altissimo livello dovuto non solo alla tecnologia ma anche alla meravigliosa recitazione degli interpreti: sa la piccola protagonista che la perfida Nicole Kidman sono impeccabili nei loro ruoli, dimostrano un carisma non da poco, e lo stesso si può dire anche degli altri personaggi – umani o animali che siano.

Come in ogni opera fantasy che si rispetti, il mondo costruito è una parafrasi di tanti problemi che esistono nel mondo in cui noi tutti viviamo: l’invidia, la cattiva e la prepotenza esistono anche fra no, e l’idea di un bambino che riesce a fronteggiare tutto questo fa sempre molta presa. Il problema è che l’impostazione “epica” dell’opera, fra le sue battaglie ed i suoi momenti abbastanza altisonanti, non coinvolge come avrebbe potuto fare in un’altra epoca, e sicuramente i resupposti per mettere su una saga cinematografica non ci sono mai stati. Fa comunque tristezza vedere un finale aperto che non si chiuderà mai: con un po’ di lungimiranza si sarebbe potuto chiudere il film in maniera diversa rispetto al libro, magari consultant o comunque l’autore.

Come guardarlo

“La Bussola D’oro” andrà in onda stasera, 29 marzo 2020, in prima serata su RAI Movie. L’opera è disponibile anche in streaming sulle piattaforme Amazon Prime Video, Rauken TV, TimVision, Chili, iTunes, Google PLay, YouTube. Di seguito il trailer.

LEGGI ANCHE: IL NUOVO FILM PRODOTTO DA NICOLE KIDMAN INSIEME AD AMAZON

Commenti