Il Coronavirus colpisce duramente il metal

Il mondo del metal colpito duramente dal COVID

0
323
metal

Il metal sta soccombendo alla dura prova del COVID-19 (Coronavirus), menbri dei Death Angel, Exodus, Slayer e Testament ne sono affetti.
Al momento il più grave di tutti è WIll Carroll dei Death Angel ricoverato in un ospedale del Northern California, si troverebbe in terapia intensiva; questo fa supporre che le sue condizioni sono critiche.

Anche Gary Holt (Exodus e Slayer) e sua moglie Lisa hanno tuti sintomi del COVID ma, stando a quanto scritto su Instagram, sono in quarantena presso la loro abitazione. Il chitarrista ha chiesto ai suoi fan:”Will Carroll, @bleedingpriest, ha bisogno di vibrazioni positive enormi. Io, apprezzo tutti i calorosi auguri che ho ricevuto, ma sono malato, niente di più, Will è in terapia intensiva.
Qualche giorno fa, Holt, scrisse un post con la foto di sua nipote con questa didascalia: “Quindi sono stato rinchiuso con @lisaholt777, che aveva di tutti i sintomi del Corona, senza la birra! Leggermente malato, oggi va meglio dopo essermi svegliato ripetutamente la scorsa notte inzuppato di sudore. L’auto-monitoraggio con la mia metà, e sfortunatamente, non sarò in grado di visitare i miei nipoti fino a quando non sarò libero dai sintomi per sette giorni. Ugh. Ora dei film, binge watching TV e aspettare!

metal

Ma non è tutto un altro volto del metal ha scoperto di avere il coronavirus, ed è Chuck Billy dei Testament. La band è appena tornata dal tour europeo Bay Strikes Back Tour insieme a Death Angel e Exodus. Al momento risultano positivi Chuck, sua moglie Tiffany Billy e alcuni membri della crew. Chuck scrive: ” Vogliamo farlo sapere a chi ci supporta e si preoccupa per noi, che stiamo facendo ciò che è più giusto e sicuro e siamo tutti in quarantena sin dal nostro ritorno a casa, anche prima di aver fatto i test. Siamo ovviamente preoccupati per le nostre famiglie, amici, per la crew, per gli altri musicisti e per i fan. Abbiamo sentito anche i nostri amici delle band della Bay Area che erano in tour con noi. Anche loro sono in quarantena e rilasceranno comunicati circa la loro situazione appena sarà loro possibile. In questo momento siamo concentrati sul prenderci cura di noi stessi e sullo stare in quarantena, a riposo, guarire e inviare messaggi, preghiere e pensieri per i nostri amici che sono ammalati. Vogliamo anche fare i nostri migliori auguri a tutti i nostri fan e supporter in questo periodo di crisi. Stiamo facendo tutto il possibile per stare in casa al sicuro e chiediamo ai nostri amici di fare lo stesso. Prendetevi cura gli uni degli altri e torneremo presto a fare thrash!”

metal

L’unica cosa da fare è attendere comunicati ufficiali in merito allo stato di salute dei membri e della crew.
Stay Strong! Stay Metal!

Aggiornamento del 26/03/2020

Chuck Billy, frontman dei Testament, è stato intervistato da The Metal Voice, ecco cosa ha risposto quando gli hanno chiesto del Coronavirus:
Eravamo appena tornati dall’Europa, quindi abbiamo deciso di informarci per vedere dove potevamo andare a fare i test. Ci hanno detto che se non si hanno sintomi non puoi essere testato, quindi non l’abbiamo fatto. Con il passare dei giorni, abbiamo iniziato a sentirci male abbiamo chiamato di nuovo e ci hanno consigliato di fare il test. A quel punto ci siamo messi in contatto con i membri della band e la crew e delle band che viaggiavano con noi. molti di noi erano malati tanti con gli stessi sintomi. I miei sintomi erano dolori al corpo, il mal di testa, mi sentivo uno straccio. Prima ho pensato che fosse solo un jet lag ma è come se sapessi di essere malato. Non ho avuto la febbre, solo la tosse e la stanchezza, ho dormito molto. Abbiamo fatto i test e ci sono voluti 7 giorni per ottenere risultati. quando abbiamo avuto i risultati, stavamo già migliorando, lentamente stava andando via. Migliorato col passare del tempo, riposando e isolandoci. Spero che le persone facciano la cosa giusta e rimangano isolate il più a lungo possibile. “

Aggiornamento del 27/03/2020

Altro volto della scena metal è stato colpito dal COVID-19. Si tratta di Till Lindemann, frontman dei Rammstein, che si trova int erapia intensiva. Sembrerebbe che le sue condizioni stiano migliorando ma bisogna attendere. A dare la notizia è stato un quotidiano tedesco.
Solo la settimana scorsa Lindemann e Tagtgren erano in Russia per un tour. Ora non rimane che attendere notizie anche da Peter Tagtgren visto che, essendo stati in tour insieme, potrebbe essere stato contagiato.

Articoli che potrebbero interessarti: Phoenix Fest: Gigantomachia e BloodTank a Formia
Testament: Chuck Billy canta indians con gli Anthrax

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here